FIRENZE, IL 6 MAGGIO INIZIA LA TERZA EDIZIONE DEL FESTIVAL D’EUROPA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:57

Firenze attende con trepidazione l’avvio del Festival d’Europa, giunto quest’anno alla sua terza edizione dopo quelle del 2011 e del 2013. Durante i 5 giorni della kermesse, dal 6 al 10 maggio prossimi, si svolgerà anche la conferenza internazionale “The State of the Union”, promossa dallo European University Institute. La manifestazione è supportata dalle maggiori istituzioni europee, nazionali e regionali, tra le quali il Consiglio d’Europa, il Parlamento Europeo e il Dipartimento politiche europee del Consiglio dei Ministri.

Gli argomenti-chiave su cui verteranno i numerosi dibattiti in programma sono: cultura, didattica, economia, istituzioni, cittadinanza, spettacoli e università. I temi riguarderanno i nuovi modelli di integrazione, le sfide del fenomeno migratorio, il futuro dell’ecosistema digitale nell’Europa di oggi e le trasformazioni della scuola e dell’università.

Tra gli ospiti attesi il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, l’Alto rappresentante dell’Ue per la politica estera, Federica Mogherini, il ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, Paolo Gentiloni, il primo ministro greco Alexis Tsipras, il primo ministro portoghese Pedro Passos Coelho e l’ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Ue Anthony Luzzatto Gardner.

Molte le novità di questa edizione, il palco “live” in piazza Santa Maria Novella con le attività dell’Agenzia nazionale Erasmus+ Indire e il 7 maggio si festeggerà il decimo compleanno dei gemellaggi elettronici tra scuole (eTwinning). “L’Europa ti abbraccia” è invece il flashmob in programma il 9 maggio nel corso del quale verranno resi noti i risultati della ricerca sull’impatto dei percorsi di mobilità internazionale. Il ricco programma di mostre, spettacoli, concerti, dibattiti, workshop, installazioni si snoderà per le vie della città passando da Palazzo Vecchio, Palazzo Medici Riccardi, le Murate, l’Università di Firenze e tantissime altre location senza tralasciare le aule didattiche delle scuole fiorentine.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.