VENERDÌ 24 LUGLIO 2015, 000:10, IN TERRIS

EUROINOMANI

AUTORE OSPITE
EUROINOMANI
EUROINOMANI
dario_minottaE’ giusto cedere la propria sovranità alle banche o alla finanza? I greci con un referendum hanno dichiarato di preferire uno Stato nazionale e democratico con tutti i suoi limiti e aporie ma che può decidere di fare politiche sociali.

La politica deve determinare l’economia. Al contrario, si prevaricheranno i diritti sociali e aumenterà la precarietà. Un lavoratore, per esempio, è sempre più dipendente dal suo datore di lavoro perché vive nell’incertezza e continuamente è sottoposto al ricatto del possibile licenziamento con l’impossibilità di costruire progettualmente un futuro.

Siamo euroinomani. La Germania si è autoproclamata da tempo “paese d’ordine dell’Europa” e la crisi greca con il suo referendum hanno rivelato l’allergia di un popolo alla democrazia degli altri. “Il vero rischio per Berlino è che la Grecia dimostri che ci sia vita fuori dall’euro” ha affermato il premio Nobel per l’economia Paul Krugman e sappiamo, per motivi storici, che il pusher tedesco non si fida degli "euroinomani" italiani.

Ormai il mondo della cosiddetta democrazia vomita su se stesso riconoscendo di fatto il fallimento della stessa, e lo fa celebrando tale fallimento ovviamente in suo nome. Siamo ormai nel trionfo pieno di quel nominalismo tanto condannato dalla retta teologia medievale.

E gli italiani, savi e moderati, approvano come prova di serietà politica e moderazione il fatto paradossale che in nome della democrazia si eviti la democrazia per salvare la democrazia.

A nessuno viene in mente che siamo centinaia di milioni di pecore guidate da un gruppetto di "camerieri" spudorati al servizio della più spaventosa tirannia che la storia abbia mai conosciuto e che si fregia per di più del nome di democrazia? No, e chi lo dice è un estremista pericoloso. Perché non è nominalista: è realista.

Nel frattempo, ci teniamo l'euro, la UE e il disastro generale del nostro mondo e dei nostri portafogli, contenti di essere savi e moderati. E democratici. Risulta evidente che l’attuale status istituzionale dell'Unione non è adatto ad avere una politica economica e monetaria unitaria quale richiesta dalla moneta unica, e sarà necessario rendere gli Stati sovrani delle provincie e pian piano centralizzare tutto.

Se non si cambierà rotta, se non si farà una Carta Costituzionale Europea avremo nelle migliori delle ipotesi, che sarebbe pure la peggiore delle possibili realtà, un super-Stato mostro “Europa” che imporrà i propri principi a tutti.

Non credo sia apocalittico sperare che l’Italia abbia pronto un piano per il futuro sulla possibile fine dell’euro o di uscita dallo stesso. Gli accordi costruiti male o firmati da Paesi con intenti egemoni non hanno lunga vita. Le politiche di austerità, dati alla mano, continuano a dimostrarsi fallimentari. Una vera riforma potrebbe essere nazionalizzare la banca centrale, riassoggettarla al Tesoro… ma non si può. La UE veglia.

C’è chi si chiede se all’Europa convenga salvare la Grecia: ma alla Grecia conviene essere salvata dall’Europa? Poi, a chi toccherà? L’alta finanza parla non di un’uscita dalla crisi ma di un crollo finanziario globale imminente e i segni sono stati proprio la crisi greca e le conseguenze che potrebbero ripercuotersi per l’eurozona fino all’improvviso aumento dell’oro.

Oltre oceano, intanto, il governatore del Texas Greg Abbott ha recentemente esternato la sua diffidenza verso il sistema monetario della Federal Reserve e con una mossa a sorpresa ha chiesto di rimpatriare 1 miliardo di dollari in oro.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Mattarella e il Papa
BUON COMPLEANNO FRANCESCO

Mattarella: "Auguri da tutti gli italiani"

Il Capo dello Stato: "Ha posto l'attenzione su persona e famiglia". Lo Judice: "Esempio per i giovani"
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
Il Pentagono
USA

Il Pentagono: abbiamo indagato sugli Ufo

Il programma è stato avviato nel 2007 e interrotto 5 anni fa per il blocco dei fondi
La tomba della regina Elena
IL RITORNO DEL RE

La salma di Vittorio Emanuele III è in Italia

Sarà sepolto a Vicoforte (Cuneo). Emanuele Filiberto: "Dovrebbe riposare al Pantheon"