MERCOLEDÌ 15 APRILE 2015, 009:54, IN TERRIS

EMERGENZA TRA I VOLONTARI DELLA MEZZALUNA ROSSA: “48 MORTI NEL CONFLITTO SIRIANO”

Nel Medio Oriente segnato da numerose guerre è diventato sempre più difficile poter intervenire in aiuto delle popolazioni

AUTORE OSPITE
EMERGENZA TRA I VOLONTARI DELLA MEZZALUNA ROSSA: “48 MORTI NEL CONFLITTO SIRIANO”
EMERGENZA TRA I VOLONTARI DELLA MEZZALUNA ROSSA: “48 MORTI NEL CONFLITTO SIRIANO”
La Croce Rossa che nei Paesi del Medio Oriente è chiamata Mezzaluna Rossa è un segno concreto di neutralità nelle terre dilaniate dai conflitti, come per la Siria. Qui, in 4 anni di guerra hanno perso la vita 48 volontari. Sono morti facendo il loro lavoro, senza che la notizia destasse più di tanto l'interesse del mondo e sebbene vige la regola del "non sparare sulla Croce Rossa" sembra che negli attuali conflitti questa basilare regola non venga rispettata.

Francesco Rocca, vicepresidente della Federazione Internazionale della CR e di Mezzaluna Rossa, ha voluto esprimere il suo dolore per quanto accaduto, lasciando spazio anche alla denuncia"Dietro a quelle divise e a quei numeri ci sono delle storie e dietro a questo stillicidio poi non c'è 'solo' la morte dei nostri operatori e dei nostri volontari. Non è 'solo' il sacrificio di qualche vita umana. Per favore non chiamiamoli angeli né eroi. Non significa 'solo' la distruzione dei presidi sanitari di Idlib e Yarmouk, oggi miraggi in quella desolazione, ma vuol dire anche la sospensione degli aiuti".

Il portavoce dell'organizzazione sanitaria ha voluto riportare l'attenzione sulla situazione che oggi si vive in queste terre abbandonate, provocando le istituzione e i governi affinché si rendano conto dell'emergenza umanitaria nei Paesi del Medio Oriente: "Qual è allora l'intento? Vogliamo isolare ancora di più le comunità? Vogliamo lasciare sempre più soli altri esseri umani senza nemmeno quel salvagente che fino a oggi ha concesso al Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa di raggiungere 3,5 milioni di persone ogni mese in Siria? Le regole sono saltate, lo abbiamo detto da subito. Sul campo spesso si contendono combattenti non regolari che non consentono un accesso umanitario. Dico basta a questo silenzio. Ora basta assistere a un massacro simile restando impotenti. Mi appello a tutti, alla Comunità Internazionale, alle Autorità Governative e all'opinione pubblica".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018
Il Segretario del Pd Matteo Renzi
ELEZIONI

Renzi: "Il Pd sarà il primo partito"

"Boschi oggetto di un’attenzione spasmodica, si deve candidare"
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
Poliziotti russi (repertorio)
TERRORISMO

Sventato attacco dell'Isis a San Pietroburgo

Putin ha ringraziato Trump per le informazioni passate dalla Cia all'Fsb
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Robert Mueller
RUSSIAGATE

Accuse a Mueller: "Mail acquisite in modo illegale"

Lo sostiene Kory Langhofer, legale di "Trump of America". La replica: "Avevamo il consenso"