LUNEDÌ 27 LUGLIO 2015, 004:15, IN TERRIS

ECOBRICKS, IL PROGETTO CHE COSTRUISCE SCUOLE CON LE BOTTIGLIE DI PLASTICA

Il programma portato avanti in numerosi Paesi poveri dall’ambientalista Susana Heisse

AUTORE OSPITE
ECOBRICKS, IL PROGETTO CHE COSTRUISCE SCUOLE CON LE BOTTIGLIE DI PLASTICA
ECOBRICKS, IL PROGETTO CHE COSTRUISCE SCUOLE CON LE BOTTIGLIE DI PLASTICA
Scuole costruite con “mattoni” fatti di bottiglie di plastica riempite con materiali non biodegradabili. È questo il risultato “green” del progetto “EcoBricks” portato avanti dall'ambientalista Susana Heisse, soprannominata dalla Bbc “The trash queen”. La donna ha infatti avuto l’idea di utilizzare materiali non riciclabili per opere di ingegneria edile. I risultati sono stati sorprendenti. In appena 69 mesi ha innalzato 60 istituti in diversi Paesi tra i più poveri del mondo, dalle Filippine al Guatemala, passando per il Sudafrica. La visione di EcoBricks è all’avanguardia: un sistema a rifiuti zero che non richiede soldi, impianti, investimenti in infrastrutture o interventi politici ma che dà lavoro e al contempo ripulisce l’ambiente.

La realizzazione è abbastanza semplice. Accanto alle pareti tradizionali in cemento e muratura, vengono aggiunte delle bottiglie in plastica come riempitivo che producono uno strato piuttosto grande di materiale isolante, ideale per ottenere una buona coibentazione. Nella pratica, basta tagliare la bottiglia e riempirla a sua volta con altri rifiuti non riciclabili; una volta piena, la bottiglia diventa più resistente e solida e può essere utilizzata per realizzare pareti e mobili, come sedute o tavoli. Questo consente da una parte di recuperare i recipienti di plastica, dall'altra di riutilizzare i rifiuti che giacciono nelle discariche. Un modo green di costruire alloggi ed edifici pubblici in Paesi non adeguatamente attrezzati per il riciclo e lo smaltimento dei materiali inquinanti.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'accusa nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Facebook
SOCIAL MEDIA E FISCO

Svolta Facebook: pagherà le tasse dove incassa

Il colosso di Menlo Park passerà a un sistema di vendite locali
Sergio Mattarella e Paolo Gentiloni (repertorio)
VERSO IL VOTO

Elezioni il 4 marzo, l'annuncio prima di Capodanno

Lo riporta il Corriere della Sera. Gentiloni l'antidoto di Mattarella allo "scenario spagnolo"