MERCOLEDÌ 05 LUGLIO 2017, 000:05, IN TERRIS

Ecco come far crescere piante resistenti al caldo e alla siccità

LAURA BOAZZELLI
Ecco come far crescere piante resistenti al caldo e alla siccità
Ecco come far crescere piante resistenti al caldo e alla siccità
Far crescere piante che resistano al caldo torrido e alla siccità? Basta usare l'aceto. Ad accorgersi dei prodigi del semplice ed economico elemento da cucina, i ricercatori giapponesi del Riken Institute, guidati da jong-Myong Kim, il cui studio è pubblicato sulla rivista "Nature Plants".

Lo studio


Secondo gli studiosi giapponesi, le piante sarebbero diventate più "tolleranti" alla mancanza d'acqua "crescendo nell'aceto". Come riporta l'Ansa, si è giunti a questo risultato grazie alla scoperta di una specie di Arabidopsis (pianta usata come organismo modello per le scienze vegetali) con una mutazione in un enzima, l'Hda6. I ricercatori hanno cercato di capire come questa mutazione aiutasse le piante a crescere normalmente con grave siccità. In questo modo hanno scoperto che l'applicazione esterna di aceto può aumentare la resistenza alla "sete" non solo dell'Arabidopsis, ma anche di coltivazioni comuni, come riso, mais e grano.

I test dell'Arabidopsis


I test sull'Arabidopsis normale, in condizione di siccità, hanno mostrato che le sue caratteristiche genetiche sono collegate all'attivazione di molecole che producono acetato, il componente principale dell'aceto. Inoltre, nelle piante mutate, nelle stesse condizioni, questo meccanismo è ancora più forte e la produzione di acetato aumenta. L'enzima funziona come una specie di "interruttore del metabolismo". Di solito i vegetali scompongono lo zucchero per produrre energia, ma con la siccità si servono dell'acetato. Nella piante normali, esso viene prodotto durante la siccità ed è direttamente collegato al loro modo di sopravvivere.

Piante nell'aceto


Come è stata confermata quest'ipotesi? I ricercatori hanno fatto crescere delle piante normali in condizioni di siccità e con un "trattamento" a base di acido acetico, altri acidi organici o acqua. Dopo 14 giorni il 70% delle piante trattate con l'acido acetico era sopravvissuto, mentre il resto era morto. Lo stesso esperimento è stato fatto anche su alcuni cereali, quali riso, grano e mais. Ciascuno di essi ha mostrato più tolleranza alla mancanza d'acqua. Che la nuova arma degli agricoltori nella lotta alla siccità sia veramente l'aceto?
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La portaerei USS Ronald Reagan, dove il velivolo era diretto
GIAPPONE

Aereo militare Usa precipita nel Pacifico

A bordo c'erano 11 passeggeri: recuperati in 8, non si sa se vivi. L'incidente a sud-est di Okinawa
CORLEONE

Salma di Riina tumulata. Nessun funerale

Ad accompagnare il feretro alcuni parenti. Il prete ha dato una benedizione
Silvio Berlusconi
STRASBURGO

Berlusconi candidato: la Corte europea decide

Udienza sul ricorso presentato nel 2013 dal Cavaliere contro gli effetti della Legge Severino
La piramide di Cheope
EGITTO

Il trono di Cheope in una stanza segreta della piramide

L'archeoastronomo Magli ha suggerito di tentare una nuova esplorazione della piramide con l'ausilio di un robot
Carmelo Barbagallo (Uil), Annamaria Furlan (Cisl), Susanna Camusso (Cgil)

Il bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto

Dopo una lunga e proficua discussione tra Sindacati e Governo sul tema delle pensioni, la Cgil dice che il bicchiere...
L'esultanza del Napoli
CHAMPIONS LEAGUE

Il Napoli spera: 3-0 allo Shakhtar

Tris degli azzurri agli ucraini con Insigne, Zielinski e Mertens. Ottavi ancora possibili