MERCOLEDÌ 30 SETTEMBRE 2015, 005:00, IN TERRIS

DRONI SUBACQUEI ALLA RICERCA DEI TESORI PERDUTI

Progettati dall'Università di Firenze possono controllare anche la fauna marina

EDITH DRISCOLL
DRONI SUBACQUEI ALLA RICERCA DEI TESORI PERDUTI
DRONI SUBACQUEI ALLA RICERCA DEI TESORI PERDUTI
Dopo l'invenzione dei droni aerei, arrivano anche quelli archeo-subacquei. Dotati di sensori, telecamere e sonar, sono in grado di scoprire nuovi siti archeologici, documentare quelli già esistenti e sostituire l'uomo nell'esplorazione sottomarina lì dove è troppo pericolosa. Realizzati dall'università di Firenze, già prenotati per diverse missioni, sono stati presentati al Dronitaly di milano durante il convegno "Droni marini: regolamentazione e opportunità di impiego".

"Abbiamo sviluppato tre veicoli operativi dotati di sensori - dice Benedetto Allotta, docente di Meccanica applicata alle macchine dell'ateneo fiorentino -, che stiamo impiegando su diversi fronti''. Prima dell'estate, per due settimane i ricercatori toscani hanno lavorato in Sicilia con i prototipi vicino l'isola di Levanzo, un'area ricca di reperti storici, dove però le correnti rendono piuttosto pericolosa l'attività degli archeologi. A fine ottobre sono previsti dei test nel Golfo di Baratti (Toscana) alla ricerca di relitti di navi sotto la sabbia.

L'invenzione è arrivata anche in Spagna, dove alcuni archeologi della Catalogna hanno chiesto di poterli impiegare nelle acque delle isole Baleari. Con queste apparecchiature è anche possibile realizzare delle ricostruzioni in 3D utili per capire la composizione del sito, o mosaici bidimensionali per lo studio dei fondali marini. Possono essere usati anche in biologia per monitorare la fauna marittima di una riserva, o in geologia, per controllare, ad esempio, la pendenza di una colata di lava in mare, che come accade nell'isola di Stromboli può provocare dei mini-tsunami. Con il 70% della superficie terrestre ricoperto dalle acque, la maggior parte delle quali inesplorata, e ben 8.000 chilometri di costa solo in Italia, le applicazioni di questi apparecchi possono essere numerosissime, dal controllo di porti e piattaforme in mare, alla vigilanza sulle condizioni delle acque e la ricerca di naufraghi.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

Igor il "russo" accetta l'estradizione in Italia

Sarà consegnato dopo i processi per i tre omicidi commessi in territorio spagnolo
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
La tomba della regina Elena
IL RITORNO DEL RE

La salma di Vittorio Emanuele III è in Italia

Sarà sepolto a Vicoforte (Cuneo). Emanuele Filiberto: "Dovrebbe riposare al Pantheon"
Vittorio Emanuele III

Il ritorno del Re

Vittorio Emanuele III tornerà dall'esilio e la sua salma sarà trasferita da Alessandria...
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro