VENERDÌ 12 GIUGNO 2015, 000:05, IN TERRIS

DISABILE VIOLENTATO A SCUOLA. PER LO STATO VALE UNA MISERIA

FABRIZIO GENTILE
DISABILE VIOLENTATO A SCUOLA. PER LO STATO VALE UNA MISERIA
DISABILE VIOLENTATO A SCUOLA. PER LO STATO VALE UNA MISERIA
Quanto vale una violenza sessuale nei confronti di un alunno minore in condizioni di inferiorità psichica? La domanda nasce da una sentenza della Corte dei Conti, sezione giurisdizionale della Toscana, arrivata a definizione poco tempo fa. La risposta verrà data tra qualche capoverso, ma prima vale la pena fare qualche ragionamento.

Questa brutta storia, che ha avuto come protagonista – in negativo – un assistente tecnico di un Istituto Professionale, innesca infatti una serie di profonde riflessioni sulle quali non è possibile far finta di nulla.
Partiamo dai fatti. La condotta tenuta dall’accusato “è qualificabile come dolosa – scrivono i giudici nella sentenza relativa al procedimento n.59798/R – per aver messo in essere volontariamente e consapevolmente i comportamenti delittuosi”. L’episodio di violenza accade all’interno di un Istituto di Massa Carrara nel momento in cui l'uomo, approfittando dell’incapacità della vittima, lo induce a subire ripetuti atti sessuali.

Punto primo. Quando si affida un figlio a una scuola, si ha la percezione che quello sia un luogo protetto, dove i ragazzi vengono formati, educati, aiutati a crescere; sia sotto il profilo strettamente didattico, sia sotto quello umano. O almeno questo è ciò che dovrebbe essere. E ci si aspetta altresì che i controlli siano costanti, incrociati e serrati. Inaccettabile che accada qualcosa come una violenza sessuale.

Punto secondo. Se il ragazzo affidato è un minore, l’attenzione deve moltiplicarsi, in quanto l’aspetto educativo è forse persino più importante di quello riguardante l’apprendimento di nozioni.

Punto terzo: se aggiungiamo che la persona vittima di violenze era in condizione psicopatologica di natura neuropsichiatrica, caratterizzata da un cronico minus intellettivo, allora ci si aspetta che l’intera struttura scolastica abbia la massima attenzione a qualunque interazione con il ragazzo.

Tutto ciò non è avvenuto. Certo, la giustizia penale ha fatto il suo corso, l'impiegato Ata “deviato” è stato arrestato, condannato a 3 anni in Cassazione, interdetto in perpetuo da qualunque incarico nelle scuole di ogni ordine e grado, e il Ministero ha dovuto risarcire. Senza entrare nel merito della condanna, la cifra definita per il risarcimento alla vittima e alla famiglia fa pensare: 83.403 euro, tutto compreso.

Ecco tornare la domanda iniziale: quanto vale una vicenda come quella descritta, senza contare il dramma della vittima, l’umiliazione subita dalla famiglia, la rabbia dei genitori, l’inadeguatezza dei sistemi di controlli? Qualche decina di migliaia di euro, nulla più. Uno schiaffo al concetto di Giustizia, che spesso nel sentire comune non è assimilabile a quello declinato nelle aule di Tribunale. E non è una questione di soldi, tanto non ci sarebbe cifra capace a lenire le ferite dell’anima di questo ragazzo e dei suoi parenti. E’ più un ragionamento su come va il mondo oggi.

A fronte di condanne risarcitorie milionarie per presunte diffamazioni di politici, attori e starlette, la devastazione umana appena raccontata vale come un centesimo. Uno schiaffo al concetto stesso di equità, che nella sua profondità esula dai libri di diritto. E’ un fatto, che il dolore degli ultimi, degli emarginati, dei disabili "costa" meno rispetto a quello dei più fortunati, di chi ha potere, di chi vive sotto i riflettori. Un'insopportabile ingiustizia che dunque sarà anche "a norma di codice", ma che non può essere taciuta. O tempora, o mores.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana
Calcio, Italia vs Spagna
MONDIALI RUSSIA 2018

Fuori la Spagna, dentro l'Italia

Per la Fifa le ingerenze del governo spagnolo possono essere sanzionate con l'esclusione della Roja dalla fase finale del...
Shopping natalizio per le vie di Milano
NATALE | COLDIRETTI

Il 39% degli italiani spenderà la tredicesima in regali

Ogni famiglia spenderà in media 528 euro tra cibo, viaggi e divertimento
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini
Il sistema Kepler 90 e il nostro a confronto:
KEPLER

Scoperto il gemello del Sistema Solare

Formato da otto pianeti, dista 2.545 anni luce
Polizia
OSTIA

Arrestati ex dirigente del Municipio e due imprenditori

Accusati di corruzione, abuso d’ufficio, falsità ideologica e millantato credito