SABATO 11 APRILE 2015, 12:15, IN TERRIS

DETENUTI IN MARCIA, PER ANDARE OLTRE IL CARCERE

LA Comunità Papa Giovanni XXIII organizza sabato 11 aprile “Cammina con me!” lungo i sentieri della Valconca

MILENA CASTIGLI
DETENUTI IN MARCIA, PER ANDARE OLTRE IL CARCERE
DETENUTI IN MARCIA, PER ANDARE OLTRE IL CARCERE
Il tema del recupero dei carcerati è spesso fonte di accesa discussione tra quanti ritengono sia necessario - e sufficiente - inasprire le pene e coloro che, invece, puntano sulla rivalorizzazione della persona per evitare che torni a delinquere. Tra questi ultimi, in prima linea, vi è la Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata oltre trenta anni fa da don Oreste Benzi, il “prete di strada” che ha “inventato” le case-famiglia per bambini e adulti in difficoltà.

La Comunità si batte da anni per il riconoscimento, da parte dello Stato italiano, delle strutture educative alternative al carcere. Proprio per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sul delicato problema della recidiva, la Papa Giovanni organizza sabato 11 aprile “Cammina con me!”, una passeggiata a piedi “alternativa” insieme a una cinquantina di detenuti che testimonieranno la loro storia di caduta e rinascita.

Si parte dalla Casa Madre del Perdono di Montecolombo per arrivare, lungo i sentieri della Valconca, al Santuario della Madonna di Bonora a Montefiore Conca, in provincia di Rimini.
Il cammino sarà per gli accolti un’occasione per raccontare i propri vissuti, le proprie ferite, per riflettere sui reati commessi e sulla voglia di ricominciare a vivere. I detenuti stanno, infatti, tutti scontando la pena nelle Comunità educanti con i carcerati (Cec) - strutture che oggi vivono solamente grazie all’autofinanziamento – presenti come sperimentazione nelle comunità della Papa Giovanni da oltre 10 anni.

Giorgio Pieri, responsabile della Casa Madre del Perdono e coordinatore dell’evento, spiega: “Sono almeno 10.000 i posti che sarebbero da subito disponibili per l’accoglienza di detenuti, solo da parte delle associazioni della cordata per la “Certezza del Recupero”. Se venisse riconosciuta una retta di 40 euro al giorno a testa dallo Stato, (in carcere il costo è di 200 euro) in un solo anno avremmo un risparmio di 500 milioni rispetto alle strutture carcerarie, con un’importante ricaduta sociale: noi abbiamo visto che solo il 10% dei ragazzi in misure alternative ritorna a delinquere, contro il 70% del cammino penitenziario tradizionale”.

E’ il caso di Antonello Guadagni, che ha terminato di scontare la pena lavorando come casaro nell’Azienda Agricola di San Facondino a Saludecio: “Fare il “formaggio del perdono” per me è solo un’attività fisica; il mio vero lavoro è quello di cercare salvezza per la mia animuzza. Compenso come riesco, lavorando, i conti in sospeso con le persone e con la giustizia”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana
Calcio, Italia vs Spagna
MONDIALI RUSSIA 2018

Fuori la Spagna, dentro l'Italia

Per la Fifa le ingerenze del governo spagnolo possono essere sanzionate con l'esclusione della Roja dalla fase finale del...