MERCOLEDÌ 17 GIUGNO 2015, 17:03, IN TERRIS

DDL ISTRUZIONE, FURLAN E SCRIMA CHIEDONO UN REALE "CONFRONTO E NON UNA FINTA CONSULTAZIONE"

Per il segretario generale della Cisl "il peccato originale di questa riforma è la presunzione di non dare ascolto a chi lavora nel modno della scuola"

EDITH DRISCOLL
DDL ISTRUZIONE, FURLAN E SCRIMA CHIEDONO UN REALE
DDL ISTRUZIONE, FURLAN E SCRIMA CHIEDONO UN REALE "CONFRONTO E NON UNA FINTA CONSULTAZIONE"
Sono cominciati oggi gli esami di maturità per quasi 500 mila studenti e si è sempre più vicini alla pausa estiva per tutti gli istituti scolastici, ma ancora non si placano le polemiche sul ddl Buona Scuola. "Non si possono condizionare le 100mila assunzioni degli insegnanti all'espressione di un consenso sui contenuti sbagliati del disegno di legge sulla scuola. - hanno dichiarato in una nota il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan e il segretario generale della Cisl Scuola, Francesco Scrima - La stabilizzazione dei rapporti di lavoro è fondamentale per tante persone che da anni lavorano nella scuola e sono indispensabili per il regolare funzionamento".

Per i sindacalisti Cisl, che premono perché ci sia un reale "confronto" e "non una finta consultazione", "è davvero singolare chiedere il ritiro di emendamenti per accelerare i tempi di approvazione di una legge. I tempi che si allungano, infatti, sono la conseguenza, e non la causa, delle difficoltà che il governo e il parlamento devono affrontare e risolvere: un supplemento di riflessione e di confronto è utile e necessario proprio per questo, per cambiare le tante cose che non vanno in un disegno di legge e trovare soluzioni giuste alle emergenze della scuola".

"Non risolverebbe, fra l'altro, nemmeno la questione del precariato, se rimanessero esclusi dal piano di assunzioni decine di migliaia di docenti ai quali le 100mila assunzioni non offrirebbero garanzie nell'immediato né in prospettiva - hanno proseguito Furlan e Scrima - in ogni caso, 100mila assunzioni coprirebbero oggi solo in parte il fabbisogno del nostro sistema scolastico, al cui funzionamento concorrono quest'anno in modo decisivo 130mila contratti a tempo determinato".

Secondo la Cisl "il peccato originale di questa riforma è la presunzione di non dare ascolto a chi lavora nel mondo della scuola, di avviare percorsi di innovazione ignorando il patrimonio prezioso di esperienza, competenza e passione di un intero corpo professionale, che proprio per questo si è reso protagonista di una mobilitazione di intensità e ampiezza straordinarie". Quindi "prenderne finalmente atto sarebbe una scelta ragionevole da parte del governo, che ci auguriamo non sia smentita nei fatti, come avvenuto troppe volte tra annunci rimasti tali e promesse ripetutamente disattese. La scuola non sopporterebbe infatti una consultazione frettolosa e di facciata". La Cisl ha presentato al riguardo "proposte serie e concrete nelle memorie consegnate in audizione sia alla Camera che al Senato". E - hanno concluso Furlan e Scrima - "da quelle proposte siamo pronti a ripartire se c`è la volontà di aprirsi seriamente a un confronto che rivendichiamo da mesi".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano