LUNEDÌ 14 SETTEMBRE 2015, 18:30, IN TERRIS

DA FACEBOOK LA CHIAVE PER ARRIVARE ALLA PIU' GRANDE SCOPERTA DELLA FISICA MODERNA

Nelle reti complesse potrebbe celarsi il segreto per unificare la teoria della relatività e dei quanti

FRANCESCO VOLPI
DA FACEBOOK LA CHIAVE PER ARRIVARE ALLA PIU' GRANDE SCOPERTA DELLA FISICA MODERNA
DA FACEBOOK LA CHIAVE PER ARRIVARE ALLA PIU' GRANDE SCOPERTA DELLA FISICA MODERNA
Dal social network più famoso del pianeta, Facebook, infatti, potrebbe giungere la più grande scoperta della fisica moderna, ovvero una teoria capace di unificare le bizzarre leggi quantistiche del mondo infinitamente piccolo, con quelle dell'universo governato dalla gravità e spiegato dalla teoria della relatività. Ginestra Bianconi, che lavora nella Queen Mary University di Londra, ha raccolto la sfida, pubblicando sulla rivista Scientific Reports uno studio dove dimostra come alcuni fenomeni quantistici abbiano delle similitudini con le complesse reti dei social.

Ad oggi, esistono due grandi teorie capaci di esprimere, in modo quasi perfetto, i meccanismi che regolano la natura: una è la relatività, che ci fa comprendere il movimento dei pianeti così come del mondo che conosciamo ma che non ci fa comprendere cosa accade nell'universo subatomico; l'altra è la meccanica quantistica, che funziona su scale microscopiche, ma non dice come possano formarsi le stelle. Da decenni gli scienziati sono fermi su questo rompicapo, la cui soluzione, cioè trovare un'unica teoria valida sempre, rappresenta per i fisici una sorta di "Santo Graal".

La ricercatrice italiana ha osservato che dall'analisi delle reti internet, emergono oggetti matematici con caratteristiche tipiche delle particelle quantistiche. Alla base di questa analogia ci sarebbe la disomogeneità: "Studiando i social network -spiega Bianconi- possiamo considerare ogni individuo come un "nodo" e il numero di amici il suo grado, cioè la sua valenza. Sappiamo che in media ogni persona ha 100 amici, ma in realtà possono essere molti di più. Alcuni nodi possono avere anche milioni di amici, e si hanno così fluttuazioni infinite". Elaborando queste strutture si giunge a nuovi "spazi" matematici dove le due teorie sembra che possano convivere. E poi dicono che i social servono solo per i pettegolezzi.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"