MERCOLEDÌ 10 GIUGNO 2015, 17:01, IN TERRIS

CURI QUALCUNO? ADESSO IL CARERS CLUB SI PRENDERA' CURA DI TE

L'idea è nata dalla mente di Richard Branson, fondatore della Virgin

CLAUDIA GENNARI
CURI QUALCUNO? ADESSO IL CARERS CLUB SI PRENDERA' CURA DI TE
CURI QUALCUNO? ADESSO IL CARERS CLUB SI PRENDERA' CURA DI TE
Dare una mano a chi da una mano, è questo lo scopo. Per questo è nato il Carers Club, fondato dalla mente brillante di Richard Branson, già fondatore della Virgin. La fondazione è dedicata a tutte quelle persone – solo nel Regno Unito sono sette milioni – che si prendono cura di un familiare o un amico che non potrebbe fare a meno di loro. “Vogliamo dare loro consigli semplici e diretti”, scrive Branson nel suo blog, “perché, sia che offrano sostegno emotivo, sbrighino le faccende di casa o vere e proprie cure personali o mediche, i carers volontari hanno un impatto positivo sulla vita di tante persone, oltre a far risparmiare 119 miliardi l’anno al servizio sanitario nazionale”.

A “ricompensarli” ci vuole pensare Branson: iscrivendosi al club, i soci possono usufruire di una guida sui loro diritti, ottenere consulenze di diverso tipo – da quelle finanziare a quelle nutrizionali, o sulla gestione del tempo libero – e perfino sconti e coupon per frequentare le palestre Virgin e molti altri diversi esercizi commerciali. C’è perfino un servizio di orientamento per la scelta del college o dell’università dedicato ai carers più giovani.

Una sorta di groupon per assistenti familiari, anche se Branson non la pensa così, e afferma di essere sinceramente preoccupato per chi si dedica gratuitamente a malati e anziani, persone che, scrive, “non si curano della propria salute e spesso finiscono col diventare essi stessi bisognosi di assistenza. Il 46% deve lasciare il lavoro, il 75 è in difficoltà economiche e l’87% ha problemi di salute”. La soluzione, per il buon Richard, sembra essere una sola: fare movimento, adottare uno stile di vita sano e andare in palestra. Una delle sue, ovviamente.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Facebook

Tasse e Facebook: cosa c'è da sapere

Una notizia importante, forse “la” notizia che si inserisce nel dibattito attuale sull’imposizione...
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana