MARTEDÌ 30 GIUGNO 2015, 10:15, IN TERRIS

CON IL PROGETTO “GIGHITÀ”, LA MUSICA LIVE ENTRA IN CASA DELLE FAMIGLIE CON DISABILI

Tre musiciste si propongono a familiari e amici di ragazzi con handicap per superare le barriere e favorire l’integrazione

MILENA CASTIGLI
CON IL PROGETTO “GIGHITÀ”, LA MUSICA LIVE ENTRA IN CASA DELLE FAMIGLIE CON DISABILI
CON IL PROGETTO “GIGHITÀ”, LA MUSICA LIVE ENTRA IN CASA DELLE FAMIGLIE CON DISABILI
A Ravenna la musica ha un nuovo nome: “Gighità”. Non si tratta di un moderno genere musicale, ma di un progetto che porta la musica nelle case delle famiglie con ragazzi disabili trasformando salotti o cortili privati in un palcoscenico dove improvvisare un concerto tra le mura domestiche insieme ad amici e vicini. L’obiettivo è quello di abbattere il muro di solitudine che, spesso, circonda genitori e familiari di figli disabili, permettendo loro di trascorrere momenti piacevoli e spensierati e di stimolare la socialità delle persone con handicap attraverso il linguaggio universale della musica: non c’è bisogno di parole e discorsi per esprimere sentimenti o fatiche; basta spesso la nota triste di un violino o l’allegro battito del tamburo per raccontare più di mille parole.

Il progetto musicale è promosso da Jenny Burnazzi, violoncellista di Ravenna che si sta specializzando in musicoterapia per disabili, Antonella Gentilini, educatrice del centro “Il Faro” per l’accoglienza di minori disabili, e Claudia Majoli, artista e mamma di una ragazza autistica. Il nome del progetto, Gighità, l’ha scelto indirettamente una signora disabile di 40 anni che vive nel centro dove Jenny sta concludendo il suo tirocinio formativo. “Un giorno, stavo improvvisando con il violoncello, quando si è avvicinata questa signora e ha iniziato a ripetere a ritmo gighità, gighità – racconta la musicista – Il suono di quella parola mi è subito piaciuto e così ho pensato di usarlo per il mio progetto”.

L’idea di organizzare un concerto a case di famiglie con disabili è arrivata un po’ per caso. Jenny, con il suo compagno e i suoi 2, bambini organizza da sempre dei concerti nella sua casa dove invita amici e conoscenti. La voglia di coinvolgere altre persone e di stimolare la convivialità e la socialità attraverso la musica l’ha portata a pensare anche ai tanti ragazzi disabili e ai loro genitori. “Mi sono detta: perché suonare in un centro e non provare anche a portare la musica a casa di una famiglia coinvolgendo anche altre persone? Così ho proposto la mia idea alle mie due compagne d’avventura e da lì abbiamo iniziato a contattare famiglie ed educatori”.

Il progetto è stato presentato alla città il 20 giugno grazie alla collaborazione dell’associazione Letizia che si occupa di creare laboratori didattici e culturali per ragazzi disabili. “Il nostro intento è promuovere l’inclusione sociale e la musica può essere lo strumento ideale” spiega la violoncellista. “Sono sicura che questo progetto riuscirà a coinvolgere tante famiglie – conclude–. Bisogna continuare a provare, proprio come si fa quando si suona uno strumento, e alla fine il risultato arriverà”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
La chiesa di San Giorgio restaurata
PIANA DI NINIVE

Riconsacrata la chiesa di Tellskuf

Profanata e semidistrutta dall'Isis, è stata restaurata con i soldi raccolti da Acs
New York, il capolinea attaccato
ATTACCO A NEW YORK

Arriva la condanna del Bangladesh

Dacca: "Tolleranza zero con i terroristi". Ullah era giunto negli Usa nel 2011
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
Piazza Fontana
STRAGE DI PIAZZA FONTANA| ANNIVERSARIO

Mattarella:
"Cercare la verità"

Il capo dello Stato ricorda le vittime dell'attentato che aprì la stagione degli "anni di Piombo"
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani