GIOVEDÌ 18 GIUGNO 2015, 16:55, IN TERRIS

COMUNITA' PAPA GIOVANNI XXIII: "IL VERTICE EUROPEO SUI MIGRANTI E' STATO PRIVO DI SIGNIFICATO"

Da sempre al fianco dei più deboli, l'associazione lancia un appello alla politica internazionale

CLAUDIA GENNARI
COMUNITA' PAPA GIOVANNI XXIII:
COMUNITA' PAPA GIOVANNI XXIII: "IL VERTICE EUROPEO SUI MIGRANTI E' STATO PRIVO DI SIGNIFICATO"

La Comunità “Papa Giovanni XXIII”, da sempre in prima linea nell'accoglienza non solo dei migranti e profughi, ma degli emarginati e deboli della società, ha pubblicato ieri sulla propria pagina Facebook una presa di posizione molto dura sulle politiche europee per i rifugiati. La Comunità chiede la possibilità per Eritrei e Siriani di poter presentare richiesta di Asilo – a loro sempre dovuta – direttamente negli aeroporti di sbarco. Riportiamo la versione integrale del loro appello.


E' incredibile ma vero: quei Paesi che non vogliono proprio saperne di accogliere i ‪#‎profughi‬ che sbarcano sulle coste di ‪#‎Italia‬ e ‪#‎Grecia‬, sono riusciti ad ottenere lo slittamento dell’approvazione del ‪#‎PianoEuropeo‬ a settembre. Quando cioè l’emergenza estiva sarà già passata.

‪#‎GranBretagna‬, ‪#‎Francia‬, ‪#‎Spagna‬, ‪#‎Portogallo‬, ‪#‎Bulgaria‬, ‪#‎Ungheria‬,‪#‎Polonia‬ e tutti i paesi Baltici hanno vinto la loro battaglia contro l’accoglienza.

Il piano UE prevedeva la ricollocazione di 40000 profughi (24000 provenienti dall’Italia, 16000 dalla Grecia) secondo un criterio che teneva conto di diversi fattori: il PIL, il numero della popolazione residente, il numero dei disoccupati e gli sforzi già compiuti dal Paese membro nell’accoglienza.


Il vertice di ieri è stato privo di significato; il prossimo incontro della conferenza dei capi di stato e di governo del 25 giugno avrà ben poco da ratificare, se non la solita raccolta di buone intenzioni.

L’ Europa sta mostrando il suo volto più cinico; quest’estate si ripeteranno le tragedie già viste e si sentiranno frasi piene di retorica già ascoltate.

A Papa Francesco che ci chiedeva con forza da ‪#‎Lampedusa‬ “Dov’è tuo fratello?” non ci resterà che rispondere: «in fondo al mare».


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'incendio al Cameron House Hotel in Scozia
SCOZIA

Fiamme in un hotel di lusso: 2 morti

Le fiamme hanno distrutto una grande porzione della struttura turistica
Incendio in una fabbrica in India
INCIDENTI SUL LAVORO IN INDIA

Mumbai, rogo in una fabbrica di dolci: 12 morti

Il calore sprigionato dal rogo ha causato un rapido cedimento di parte della struttura
Altero Matteoli
POLITICA IN LUTTO

Morto l'ex ministro Matteoli

Fatale un incidente all'altezza di Capalbio. Cordoglio nel mondo delle istituzioni
Pier Carlo Padoan
CASO BANCHE

Padoan: "Mai autorizzati colloqui dei ministri"

Il titolare del Mef: "Sugli istituti di credito la responsabilità è di via XX Settembre"
Il premier austriaco Sebastian Kurz
AUSTRIA

Il governo Kurz giura tra le proteste

L'esecutivo sostenuto dall'ultradestra dell'Fpoe entra in carica. Manifestazioni a Vienna
Luigi Di Maio
ELEZIONI

Di Maio apre alle alleanze

Il candidato premier M5s non esclude coalizioni: "Il 40% o governiamo con chi ci sta"
Marco Orsi e Luca Dotto
NUOTO | EUROPEI

Dotto, Orsi, Sabbioni: a Copenaghen brillano le stelle azzure

L'Italia vince la classifica per nazioni del torneo continentale di vasca corta con 959 punti
Un tunisino durante le proteste del 2011
PRIMAVERE ARABE

La Tunisia celebra la "rivoluzione dei gelsomini"

Sette anni fa scoppiava la rivolta che portò alla caduta di Ben Ali
I due presunti assassini: Raffaele Rullo e Antonietta Biancaniello
OMICIDIO LA ROSA

Il presunto killer: "Non sono stato io"

La madre ha dichiarato di aver fatto tutto da sola
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018