LUNEDÌ 29 GIUGNO 2015, 002:30, IN TERRIS

COMBATTERE LA MAFIA E IL PIZZO. A PALERMO SI PUÒ FARE CON UN’APP

Addiopizzo ha lanciato un programma per smart-phone e tablet in grado di individuare, tramite geolocalizzazione, tutti gli operatori economici che si sono ribellati al racket delle estorsioni

STEFANO CICCHINI
COMBATTERE LA MAFIA E IL PIZZO. A PALERMO SI PUÒ FARE CON UN’APP
COMBATTERE LA MAFIA E IL PIZZO. A PALERMO SI PUÒ FARE CON UN’APP
E’ molto più che una mappa di Palermo multilingua con i punti di interesse storico-artistico e gli esercizi commerciali suddivisi per categoria. Si tratta di un’app del tutto originale creata da Addiopizzo e nella quale sono riportate tutte le aziende palermitane che si sono ribellate al racket delle estorsioni. Il programma è in grado di individuare, tramite geolocalizzazione, tutti gli operatori economici iscritti ad Addiopizzo, cercandoli per categoria merceologica o per quartiere, distinguendoli anche per servizi. Una guida digitale al consumo critico, che si affianca a quella cartacea che periodicamente l’associazione distribuisce gratuitamente. Da smart-phone o tablet sarà possibile anche seguire il progetto per l’investimento collettivo, individuando i negozi convenzionati o accedendo all’area personale per votare il progetto preferito.

Inoltre è stata creata un’altra applicazione che consente di visionare e prenotare le escursioni proposte dal tour operator nato da una costola di Addiopizzo – Addiopizzo Travel – e di scegliere la struttura ricettiva “pizzo free” più adatta alle esigenze di ciascun turista. L’associazione palermitana nasce il 28 giugno 2004 facendo il suo esordio con l’adesivo: “Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità”. Nove anni fa lancia la campagna antiracket “Pago chi non paga”, quando vengono presentati i primi 100 operatori economici “pizzo free”. Oggi sono quasi mille i commercianti e gli imprenditori che hanno detto no al racket. E con questi nuovi strumenti sarà più facile orientare le scelte di acquisto.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
La chiesa di San Giorgio restaurata
PIANA DI NINIVE

Riconsacrata la chiesa di Tellskuf

Profanata e semidistrutta dall'Isis, è stata restaurata con i soldi raccolti da Acs
New York, il capolinea attaccato
ATTACCO A NEW YORK

Arriva la condanna del Bangladesh

Dacca: "Tolleranza zero con i terroristi". Ullah era giunto negli Usa nel 2011
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android