GIOVEDÌ 16 APRILE 2015, 16:30, IN TERRIS

CINA: CONTRO LO SMOG UN MEGA IMPIANTO SOLARE NELLO SPAZIO

La centrale potrebbe entrare in orbita entro il 2030

AUTORE OSPITE
CINA: CONTRO LO SMOG UN MEGA IMPIANTO SOLARE NELLO SPAZIO
CINA: CONTRO LO SMOG UN MEGA IMPIANTO SOLARE NELLO SPAZIO
Abbattere l’inquinamento, tagliare la CO2 e affrontare la crisi energetica: lo spazio potrebbe diventare presto la nuova frontiera. A questo stanno pensando degli scienziati cinesi, che ragionano sull’idea di costruire un super impianto fotovoltaico in orbita a 36.000 km sopra la Terra: per renderci conto delle proporzioni sarebbe 12 volte più grande di piazza Tienanmen a Pechino, quasi due volte il Central Park di New York. A comunicarlo è proprio l’agenzia cinese delle scienze sul proprio sito, sottolineando che è dagli anni settanta che si fanno ricerche per realizzare una stazione nello spazio per l’uso di energia solare sul nostro pianeta.

Il meccanismo è simile a quello descritto dallo scrittore di fantascienza Isaac Asimov, nel libro “Reason”, ovvero l’elettricità generale sarebbe convertita in microonde o laser e trasmessa a un collettore sulla Terra. Wang Xiji, 93 anni, decano dell’Accademia Cinese delle Scienze e membro dell’Accademia Internazionale di Astronautica, spiega che “una stazione spaziale redditizia dovrebbe avere una superficie di pannelli di 5 o 6 km quadrati”, e che “senza il ciclo terrestre giorno-notte, l’energia sarebbe raccolta per il 99% del tempo”. Anche Duan Baoyan dell’Accademia cinese di Ingegneria si mostra ottimista, dicendo che i pannelli “possono generare energia dieci volte superiore a quelli sulla Terra per unità di superficie, risolvendo così la crisi energetica”.

Per Wang, il mondo potrebbe bloccarsi quando i combustibili fossili non potranno più sostenere lo sviluppo, per questo “dobbiamo portare nello spazio la tecnologia solare prima di allora”. Così alcuni scienziati e ingegneri spaziali del CAS, hanno scritto nel 2010 un rapporto secondo cui la Cina dovrebbe costruire una centrale solare sperimentale nello spazio entro il 2030, e una centrale commercialmente attiva entro il 2050. Il decano conclude dicendo che “quando l’energia solare dallo spazio diventerà la nostra energia primaria, la gente non dovrà più preoccuparsi dello smog e dell’effetto serra”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti
il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero

Il senso d'umanità

In seguito alla decisione del Tribunale di sorveglianza di Roma che ha respinto la sua richiesta di sospensione della...