LUNEDÌ 18 MAGGIO 2015, 11:08, IN TERRIS

CARITAS DAY: MILANO SI APRE ALLA SOLIDARIETÀ

Domani verranno presentate all’Expo le conclusioni di "One human family, food for all", la campagna globale contro la fame nel mondo lanciata da Papa Francesco nel 2013

MILENA CASTIGLI
CARITAS DAY: MILANO SI APRE ALLA SOLIDARIETÀ
CARITAS DAY: MILANO SI APRE ALLA SOLIDARIETÀ
Per due giorni, a partire da oggi, Milano diventa la capitale mondiale della solidarietà grazie a Caritas International. L’evento prenderà il via alle 18.00, nella Basilica di Sant’Ambrogio a Milano, dove il cardinale Angelo Scola presiederà la messa per i delegati della Caritas. A concelebrare ci saranno anche il cardinale Oscar Rodriguez Maradiaga, già presidente di Caritas Internationalis, e il suo successore, il cardinale Luis Antonio Tagle.

A seguire dalle 21 in piazza Duomo si svolgerà una serata di preghiera “in cui saranno messi al centro la solidarietà, il nutrimento, il rapporto con il creato”, spiegano dalla sede milanese. Ma anche di beneficenza con una raccolta fondi per i terremotati del Nepal. Tra gli ospiti presenti, il cantautore Davide van de Sfroos, l’attrice Piera degli Esposti e il comico Giacomo Poretti (quello di Aldo Giovanni e Giacomo) che lanceranno il Caritas Day in programma domani all'Expo: il raduno internazionale con 174 delegati dalle Caritas di 85 paesi di tutto il mondo che si sono dati appuntamento a Milano per celebrare la loro assemblea generale e consegnare simbolicamente a tutta l'Expo le conclusioni di «One human family, food for all», la campagna globale contro la fame nel mondo e il diritto al cibo lanciata da Papa Francesco nel dicembre 2013.

“Un’intera giornata - spiega una nota di Caritas International - dedicata al diritto al cibo, alla lotta alla fame nel mondo, alle buone pratiche che avrà per protagonisti i rappresentanti di migliaia di volontari e operatori impegnati quotidianamente nella lotta alla fame, anche nelle aree del pianeta più povere che non sono rappresentate da Expo”. Ma anche un'occasione, secondo lo spirito originario con cui l'esposizione di Milano è stata concepita, per regalare una vetrina e dare voce anche a quei Paesi del “secondo o terzo mondo” – ben 22: dalle Antille al Burkina Faso, dal Ciad alla Costa Rica, dal Sud Sudan alle isole Samoa - che non si sono potuti permettere neppure un padiglione all’Expo.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"