SABATO 30 MAGGIO 2015, 17:01, IN TERRIS

CANCRO, OBESITÀ PERICOLOSA QUASI QUANTO IL FUMO

STEFANO CICCHINI
CANCRO, OBESITÀ PERICOLOSA QUASI QUANTO IL FUMO
CANCRO, OBESITÀ PERICOLOSA QUASI QUANTO IL FUMO
La principale causa di cancro è il fumo, ma il triste “primato” sta quasi per essere battuto dall’obesità. Questa piaga del XXI secolo nei Paesi ricchi, infatti, non è solo la causa accertata di malattie cardiovascolari letali e di alterazioni patologiche del metabolismo come il diabete. Lo ha riferito il Times secondo quanto emerso all’ultimo congresso della American Society of Clinical Oncology in corso a Chicago. Negli Stati Uniti il 20% dei tumori è collegato all’obesità, mentre il fumo ne provoca il 25%. Nelle Nazioni più progredite, è stato inoltre osservato, si fuma di meno, ma si mangia di più. “Essere sovrappeso – ha dichiarato la dottoressa Jennifer Ligibel del Dana-Farber Cancer Institute presso l’università di Harvard – aumenta il rischio di ammalarsi di cancro e di morirne e stiamo parlando delle forme tumorali più comuni come quello al seno, alla prostata, al colon”.

Nel caso di cancro dell’utero, inoltre, l’obesità ne aumenta le chance di ben sei volte. Dall’aggiornamento annuale del Global Burden of Cancer, pubblicato sulla rivista JAMA Oncology, si legge come il numero di decessi a causa del cancro sia in aumento in tutto il mondo. Il tumore, infatti, è passato dal terzo al secondo posto come causa principale di morte, dopo le malattie cardiache. Negli Stati più benestanti, a essere aumentati maggiormente sono i casi di cancro al rene, mentre nei Paesi in via di sviluppo vi sono stati più tumori al seno. I casi di cancro alla prostata negli uomini sono cresciuti in tutto il mondo, mentre nelle donne si è denotato un incremento di pazienti con linfoma non-Hodgkin.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
La bandiera del Puerto Rico
I LEADER RELIGIOSI DEL PUERTO RICO

"Stop all'aumento delle tasse o la ripresa sarà impossibile"

Cattolici ed evangelici in una lettera al Congresso Usa: "Non siamo cittadini di serie b"
Catalani al voto (repertorio)
CATALOGNA

Sondaggi incerti: sul voto peserà il dato dell'affluenza

Si recherà alle urne l'82% dei cittadini e questo potrebbe spostare gli equilibri
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...