LUNEDÌ 17 LUGLIO 2017, 000:05, IN TERRIS

"Braccio di Ferro" non si diventa ma si nasce: è questione di geni

ANTONIO DI MOLA
"Braccio di Ferro" non si diventa ma si nasce: è questione di geni
Per avere la forza nei muscoli non basta solo allenamento, sollevare i pesi e mangiare spinaci. Il vero il segreto per essere come "Braccio di Ferro" si cela nei geni. E' quanto rivela un team dell'University of Cambridge (Gb), in uno studio pubblicato su "Nature Communications", che per primo identifica i fattori genetici che influenzano la forza muscolare.

Lo studio


Per scoprire i "geni di Braccio di Ferro", i ricercatori hanno usato i dati relativi a oltre 140 mila persone inseriti in una Biobanca britannica, combinandoli con quelli di altri 50 mila soggetti da Ganbretagna, Olanda, Danimarca e Australia. Così sono state individuate 16 comuni varianti genetiche associate con la forza muscolare. "Il gran numero di soggetti inclusi nella biobanca britannica - spiega Dan Wright, primo autore della ricerca - fornisce una potente risorsa per identificare geni coinvolti in tratti complessi, come la forza muscolare. E ci aiuta a comprenderne la biologia e la rilevanza per la salute".

Le mutazioni


Molte di queste varianti sono localizzate all'interno o vicino a geni noti per giocare un ruolo nei processi chiave per la funzione muscolare. Le mutazioni in alcuni dei geni nel mirino, inoltre, sono anche associate con gravi sindromi monogeniche caratterizzate da una compromessa funzione dei muscoli. Insomma, se alcune varianti sono 'benefiche', altre possono rivelarsi molto dannose. "Avevamo a lungo sospettato un ruolo della genetica nella variazione della forza muscolare - commenta Robert Scott, che ha co-diretto la ricerca - questi risultati ci forniscono una prima immagine di alcune delle specifiche varianti genetiche che sono alla base di questo fenomeno".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Carlo Calenda
ALITALIA

Calenda: "Offerta Lufthansa va migliorata"

Il ministro dello Sviluppo economico a 'Circo Massimo': "Collegamenti più efficienti possibile"
La portaerei USS Ronald Reagan, dove il velivolo era diretto
GIAPPONE

Aereo militare Usa precipita nel Pacifico

A bordo c'erano 11 passeggeri: recuperati in 8, stanno bene. L'incidente a sud-est di Okinawa
CORLEONE

Salma di Riina tumulata. Nessun funerale

Ad accompagnare il feretro alcuni parenti. Il prete ha dato una benedizione
Silvio Berlusconi
STRASBURGO

Berlusconi candidato: la Corte europea decide

Udienza sul ricorso presentato nel 2013 dal Cavaliere contro gli effetti della Legge Severino
La piramide di Cheope
EGITTO

Il trono di Cheope in una stanza segreta della piramide

L'archeoastronomo Magli ha suggerito di tentare una nuova esplorazione della piramide con l'ausilio di un robot
I fotogrammi della drammatica fuga del disertore
COREA DEL NORD

Disertore inseguito oltre confine: violato l'armistizio

Il fuggitivo nordcoreano è stato colpito 5 volte e rincorso nella zona demilitarizzata