VENERDÌ 11 NOVEMBRE 2016, 000:42, IN TERRIS

Australia: il radiotelescopio Parkes alla ricerca di vita aliena

Scattata la prima foto del pianeta Proxima b, in orbita intorno alla stella Proxima Centauri

AUTORE OSPITE
Australia: il radiotelescopio Parkes alla ricerca di vita aliena
Australia: il radiotelescopio Parkes alla ricerca di vita aliena
Alla ricerca di possibili segnali di origine extraterrestre. E' questo l'obiettivo principale del maxi radiotelescopio Parkes, del Consiglio nazionale delle ricerche australiano (Csiro). Il progetto internazionale, denominato Breakthrough Listen, è stato finanziato dal magnate russo Yuri Milner con 100milioni di dollari e, grazie alla consulenza del fisico Stephen Hawking, intende realizzare un'analisi dello spettro radio e laser di circa un milione di stelle alla ricerca di possibili segnali di vita aliena.

Il primo passo è già stato compiuto. Il radiotelescopio Parker ha scattato la prima foto del pianeta Proxima b, in orbita intorno alla stella Proxima Centauri, considerato un pianeta potenzialmente abitabile a causa della giusta distanza dalla sua stella, dalla presenza di acqua (che ricoprirebbe l'intero pianeta) e forse di un sottile strato di atmosfera.

Nonostante il pianeta su cui è stato puntato il radiotelescopio Parkes rientri in una fascia abitabile, "a una distanza così piccola dalla Terra - meno di 4,5 anni luce - è altamente improbabile l'esistenza di altra vita intelligente, perché altrimenti nella galassia quanti altri miliardi di vite intelligenti ci sarebbero", osserva Giancarlo Genta, ingegnere aerospaziale del Politecnico di Torino, unico italiano coinvolto nel progetto Breakthrough. "Tuttavia - continua Genta - la sua vicinanza alla Terra fa di Proxima Centauri e del suo pianeta una meta ideale per ipotetici futuri viaggi interstellari. E vale quindi la pena di verificare".

L'osservatorio di Parkes è situato circa 20 km a nord della città di Parkes, nel Nuovo Galles del Sud, in Australia. Il principale strumento è l'omonimo radiotelescopio di 64 metri di diametro, chiamato informalmente "the Big Dish", che - assieme al radiotelescopio di Green Bank - è impiegato nel progetto Breakthrough Listen. Nel 2010, dopo 40 anni di attività dell'osservatorio, la rete televisiva australiana Abc lo ha definito "lo strumento scientifico di maggior successo mai costruito in Australia".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
La chiesa di San Giorgio restaurata
PIANA DI NINIVE

Riconsacrata la chiesa di Tellskuf

Profanata e semidistrutta dall'Isis, è stata restaurata con i soldi raccolti da Acs
New York, il capolinea attaccato
ATTACCO A NEW YORK

Arriva la condanna del Bangladesh

Dacca: "Tolleranza zero con i terroristi". Ullah era giunto negli Usa nel 2011
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
Piazza Fontana
STRAGE DI PIAZZA FONTANA| ANNIVERSARIO

Mattarella:
"Cercare la verità"

Il capo dello Stato ricorda le vittime dell'attentato che aprì la stagione degli "anni di Piombo"
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani