AUSTRALIA, ARRIVA LA SUPERCIOCCOLATA STUDIATA PER I SOLDATI IN AZIONE

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:56

Per i soldati impegnati in strazianti combattimenti e messi a dura prova dalle condizioni della guerra, arriva la super cioccolata studiata dagli scienziati australiani del Centre for Food Innovation in collaborazione con l’Università della Tasmania e l’Ente nazionale di ricerca Csiro e del Defence Science Technology Group (Dstg).

La tavoletta di cioccolata, che contiene farina ricavata da comuni banane acerbe e da banane platano ad alto contenuto di amidi, è concepita per dare energia per periodi lunghi, invece dell’effetto di breve durata dello zucchero, spiega lo scienziato del Dstg, Paul Capella. “C’è bisogno di un alimento che rilasci energia lentamente, in modo che la persona resti concentrata e vigile durante missioni estese”. Il frutto non maturo contiene un amido resistente, che richiede più tempo a essere digerito, rispetto allo zucchero di un frutto maturo, spiega Capella. “Procede lentamente nell’intestino e la produzione di energia può durare fino a 10 o 12 ore”.

A testare il nuovo prodotto ci hanno pensato le forze speciali australiane valutando il sapore, la consistenza, l’aroma e l’efficacia. “L’unico commento che abbiamo ricevuto dai soldati è che vorrebbero delle tavolette più grandi nelle razioni, o almeno un maggior numero”, ha osservato Capella. Intanto i test sulla cioccolata proseguiranno per altri tre anni prima che l’alimento venga approvato e incluso nelle razioni combattimento.

Ma non solo militari, gli studiosi prevedono che la supercioccolata potrebbe diventare popolare anche tra salutisti e atleti di resistenza. Sarà anche sperimentata una versione con prebiotici e probiotici, che migliorano la salute intestinale e prevengono colite e sindrome dell’intestino irritabile, oltre a potenziare il sistema immunitario.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.