MARTEDÌ 21 APRILE 2015, 000:01, IN TERRIS

AUGURI ROMA. LA CITTA' ETERNA COMPIE 2.768 ANNI

LUCA LA MANTIA
AUGURI ROMA. LA CITTA' ETERNA COMPIE 2.768 ANNI
AUGURI ROMA. LA CITTA' ETERNA COMPIE 2.768 ANNI
Si celebra oggi il Natale di Roma. Secondo la tradizione la Città Eterna venne fondata il 21 aprile del 753 a.C. Una data di cui non si hanno conferme storiche ma che deriva dallo storiografo Tito Livio. Il mito è ben conosciuto: la ninfa Rea Silvia, discendente di Enea, lo stupro da parte del dio Marte, la nascita di Romolo e Remo, l'adozione da parte di una lupa, l'uccisione del re usurpatore di Alba Longa, Amulio, e poi il fratricidio di Remo per aver oltrepassato il solco della futura città. Più probabilmente Roma nacque da un'antica colonia etrusca (Rumon sarebbe stato il nome etrusco del Tevere). Ne sarebbe dimostrazione il fatto che almeno tre dei noti 7 re di Roma provenissero dall'odierna Traquinia.

Per altri il nome Roma deriverebbe dal greco Romè (con la eta finale), il cui significato è forza, per descrivere la belligeranza e la tenacia di quell'antico villaggio. Terminata la fase monarchica, con il regicidio di Tarquinio il Superbo da parte di Bruto (progenitore, si dice, del futuro omicida di Cesare) iniziò quella repubblicana che, di fatto, durò sino all'inizio dell'età augustea, a ridosso dell'anno 0. Scrivere tutta la storia di Roma è operazione complicata per questo ci soffermeremo sul suo appellativo di Città Eterna. Questo nome deriva dal fatto che l'Urbe si è sempre saputa rigenerare, rimanendo per secoli un centro culturale e politico per eccellenza. Dopo la caduta dell'Impero Romano d'occidente l'attuale capitale italiana divenne il cuore della cristianità e, quindi, dell'Europa stessa. La quale storicamente nasce dall'intuizione di papa Stefano di creare un Sacro Romano impero per fronteggiare il pericolo saraceno giunto ai confini della Francia e anche oltre.

Ma Roma, nell'immaginario collettivo, è diventata sinonimo di predominio, di potere, di forza militare e di giustizia. Nell'iconografia di tanti Stati moderni campeggiano i simboli imperiali: la lupa, l'aquila, il fascio repubblicano e così via. Vien da sé pensare che una città tanto importante meriti trattamento migliore di quello riservatole negli ultimi anni. Degrado, emarginazione, inefficienze e sprechi rendono questa metropoli difficile da vivere e ancor più da visitare. Questo duemilasettecentosessantottesimo compleanno diventi allora l'occasione per ridare dignità a una meraviglia del mondo che riesce ancora a incantare e a far innamorare. Citando Orazio: "Possis nihil urbe Roma visere maius" ("che tu non possa mai vedere nulla più grande di Roma").
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
La tomba della regina Elena
IL RITORNO DEL RE

La salma di Vittorio Emanuele III è in Italia

Sarà sepolto a Vicoforte (Cuneo). Emanuele Filiberto: "Dovrebbe riposare al Pantheon"
Vittorio Emanuele III

Il ritorno del Re

Vittorio Emanuele III tornerà dall'esilio e la sua salma sarà trasferita da Alessandria...
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
Reliquia della Beata Anna Maria Adorni
VATICANO

Presentato il nuovo documento sulle reliquie

Pubblicato dalla Congregazione delle Cause dei Santi
SIRIA

La Russia accusa gli Usa: "Addestrano terroristi"

750 miliziani in un campo profughi nel Nord-Est della Siria