SABATO 23 APRILE 2016, 002:30, IN TERRIS

ALLERGIE IN AUMENTO, GLI ESPERTI: "COLPA DEGLI ADDITIVI NEI CIBI"

Si tratta di oltre 3 mila sostanze diverse che, dicono gli esperti, sono la causa dell'aumento di casi di allergie tra la popolazione

EDITH DRISCOLL
ALLERGIE IN AUMENTO, GLI ESPERTI:
ALLERGIE IN AUMENTO, GLI ESPERTI: "COLPA DEGLI ADDITIVI NEI CIBI"
Ogni anno gli italiani mangiano circa 1 chilo di additivi a testa, compresi bambini e anziani, elementi chimici che finiscono nei nostri piatti attraverso cibi industriali e poco salutari, una scelta in molti casi obbligata, ma che sta letteralmente sconvolgendo le nostre abitudini alimentari. Si tratta di oltre 3 mila sostanze diverse che, dicono gli esperti, sono la causa dell'aumento di casi di allergie tra la popolazione.

È la Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica a lanciare l'allarme: l'aumento degli additivi alimentari nei cibi che consumiamo quotidianamente sarebbe strettamente collegato ai tanti casi di allergie improvvise, soprattutto nei soggetti più deboli, come bambini e anziani. Sono conservanti, stabilizzanti, coloranti, 360 sostanze che donano al cibo un sapore più gradevole e un aspetto più invitante e se si considerano anche gli aromi, il numero di questi "ingredienti" sale a 3 mila.

Per ora sono poco meno di 100 mila i soggetti allergici o intolleranti agli additivi, il 4% del totale di persone con problemi di allergia, ma gli esperti sono sicuri che è un numero destinato a crescere e anche velocemente. Come arginare il problema? Semplice: " il metodo migliore per evitare molti degli additivi - spiega Giorgio Walter Canonica, presidente SIAAIC - è consumare prevalentemente cibi freschi e se possibile di coltivazione biologica". Via libera, quindi, a frutta e verdura a Km 0, alimenti di stagione, piatti semplici e di origine sicura.

Fra le tante "nuove" allergie, quelle che ormai affliggono sempre più italiani, c'è quella al nichel, un metallo presente non solo in numerosi capi di abbigliamento e bigiotteria, ma anche in alimenti insospettabili, come i pomodori, le noci, il cioccolato e addirittura i legumi. Per le persone sensibili a questi alimenti, fanno sapere dal Siaaic, saranno avviati corsi di formazione dedicati a ristoratori e gestori di esercizi alimentari che si terranno in tutta Italia. "L'obiettivo - osserva Mario Di Gioacchino, vice presidente Siaaic - è rispondere anche alla raccomandazione del Regolamento Europeo che suggerisce la presenza di personale formato ad affrontare le allergie tra gli addetti al pubblico".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Il museo Must di Vimercate
MOSTRA

"Il Segno del '900": da Cezanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana

Dal 16 dicembre 2017 all'11 marzo 2018 presso il Museo del territorio di Vimercate (MB)
Lo Sferisterio di Macerata
MACERATA OPERA FESTIVAL

Il Mof si tinge di "verde speranza"

Le opere: Flauto magico, Elisir d'Amore e Traviata degli specchi
Maria Elena Boschi

La solita storia

Gran rumore sulla vicenda di Maria Elena Boschi e del suo ‘interesse’ per la Banca Etruria di cui il suo...
Megan e Harry
REGNO UNITO

Il 19 maggio le nozze di Harry e Megan

Il matrimonio sarà celebrato nella cappella di San Giorgio del castello di Windsor