ADDIO CUOCHI STELLATI: A GESTIRE LE CUCINE CI PENSERA’ UN ROBOT CHEF

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:28

Altro che cuoco pluristellato: versa, mescola, taglia, padella e impiatta con vera maestria. Si tratta del robot-chef che governa la prima cucina al mondo interamente automatizzata. Non ha cuore, passione e testa, ma 20 motori, 24 giunzioni e 129 sensori che riescono a riprodurre esattamente i movimenti di due braccia umane e riuscendo a eseguire alla perfezione oltre 2.000 ricette.

Il prototipo è stato svelato alla fiera della tecnologia di Hannover dagli ingegneri britannici della Moley Robotics, che per il 2017 puntano a mettere sul mercato un modello di cucina automatizzata ancora più avanzato, in cui il robot-chef sarà in grado di usare anche frigorifero e lavastoviglie. Le braccia robotiche, sviluppate dalla Shadow Robot Company, funzionano come un vero e proprio apprendista cuoco: imparano gesti e procedimenti registrando le azioni umane in 3D, per poi convertirle in movimenti precisi ed eleganti.

Per metterle alla prova, basta scegliere il menù desiderato toccando il display touch-screen della cucina oppure, da remoto, usando la app scaricata sullo smartphone. A quel punto la cucina prende vita, le porte di vetro di sicurezza la blindano e le braccia robotiche (normalmente nascoste alla vista) escono allo scoperto, iniziando a preparare i manicaretti ordinati. Una dimostrazione pratica è stata data anche alla fiera di Hannover, dove il robot-chef si è cimentato nella preparazione di una zuppa di granchio secondo gli insegnamenti impartiti dal cuoco statunitense Tim Anderson, vincitore dell’edizione britannica del programma televisivo Master Chef.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.