MERCOLEDÌ 12 AGOSTO 2015, 000:12, IN TERRIS

15 ANNI FA LA TRAGEDIA DEL SOTTOMARINO KURSK

EDITH DRISCOLL
15 ANNI FA LA TRAGEDIA DEL SOTTOMARINO KURSK
15 ANNI FA LA TRAGEDIA DEL SOTTOMARINO KURSK
Il sottomarino Kursk appartenente alla Flotta del Nord e fiore all' occhiello della marina russa, entra in servizio nel 1995 presso la base di Severomorsk. Il suo dislocamento era di 10 700 tonnellate in superficie e 13 500 tonnellate in immersione e il 12 agosto del 2000 sprofonda in circa 25 secondi a meno 108 metri di profondità inclinandosi sul lato sinistro e inabissandosi rapidamente nel mare di Barents. Secondo l'inchiesta ufficiale la tragedia si consumò intorno alle 11:28 quando qualcosa andò storto: uno dei siluri esplose dando il via a una serie di deflagrazioni a catena che aprirono uno squarcio nella prua.

Il numero dei marinai a bordo era di 118, di cui la maggior parte morirono sul colpo. Almeno una ventina riuscirono a trovare rifugio nella coda del sottomarino e ne sono prova alcuni biglietti recuperati nel mezzo: "Qui è troppo buio per scrivere ma ci proverò. A quanto pare non ci sono possibilità di salvarsi. Forse solo dal 10 al 20%. Speriamo che almeno qualcuno leggerà queste parole. Qui ci sono gli elenchi degli effettivi che adesso si trovano nella nona sezione e tenteranno di uscire. Saluto tutti, non dovete disperarvi".

Da quell'incidente nessuno ne uscì vivo, e i soccorsi non furono così immediati a causa della segretezza dell'unità ma anche perché, e questo rimane una delle principali accuse al governo russo, inizialmente le autorità rifiutarono gli aiuti offerti da Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Norvegia. Il Cremlino proprio per questo finì nella bufera e quando si arrese all'evidenza di riuscire a proseguire nell'operazione, accettarono il soccorso dell'Inghilterra e della Norvegia. L'intervento risultato tardivo confermò l'impossibilità ritrovare superstiti.  Putin, eletto da sei mesi, proclamò il lutto nazionale affermando: "Sento su di me tutta la responsabilità e la colpa per la tragedia del Kursk".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'accusa nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Facebook
SOCIAL MEDIA E FISCO

Svolta Facebook: pagherà le tasse dove incassa

Il colosso di Menlo Park passerà a un sistema di vendite locali
Sergio Mattarella e Paolo Gentiloni (repertorio)
VERSO IL VOTO

Elezioni il 4 marzo, l'annuncio prima di Capodanno

Lo riporta il Corriere della Sera. Gentiloni l'antidoto di Mattarella allo "scenario spagnolo"
Donna abusata

Stupri: chi non condanna è complice

Un nuovo efferato stupro ai danni di una donna italiana. Legata con filo telefonico, è stata violentata ad Asti...