Ecco come il Signore insegna la vera scienza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Sono io, [dice il Signore] che in un attimo elevo la mente umile, perché possa intendere le ragioni dell’eterna verità più di chi avesse dieci anni studiato nelle scuole. Io insegno senza strepito di parole, senza confusione di opinioni, senza fasto di onore, senza contrasto di argomenti.

Sono io che insegno ad avere in disprezzo le cose terrene e a nausea le presenti; a cercare e a gustare le eterne, a fuggire gli onori, a sopportare gli scandali, a riporre in me ogni speranza, a non desiderare altro che me ardentemente sopra tutte le cose.

Ci fu poi chi amandomi intimamente apprese cose divine, e quindi diceva cose meravigliose. E fece maggior profitto lasciando tutto, che studiando sottili questioni. Ma ad alcuni io dico cose comuni, ad altri speciali; ad alcuni mi manifesto dolcemente per mezzo di segni e di figure; ad altri poi rivelo i misteri con molta chiarezza.

Il linguaggio dei libri è uno per tutti; ma non istruisce tutti ad un modo perché interiormente sono io il maestro di verità, lo scrutatore del cuore, il conoscitore dei pensieri, l’ispiratore delle azioni distribuendo a ciascuno come credo conveniente.

RISOLUZIONI: Risolvi di darti seriamente alla pietà e all’amor di Dio per essere ammaestrato nelle cose celesti. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.