Scuoti il torpore e la pigrizia e ogni giorno fai la Comunione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06
Sacramenti

Cosa dolorosa! Certi tiepidi e dissipati hanno piacere di avere motivi di ritardare la confessione , e desiderano differire la santa Comunione per non essere obbligati ad aver maggior custodia di se medesimi.

Oh! quanta poca carità e debole devozione hanno quelli che sì facilmente tralasciano la santa Comunione! Com’è felice e accetto a Dio colui che vive in tal modo e custodisce la sua coscienza in tale purità che sarebbe apparecchiato e bramerebbe di comunicarsi anche ogni giorno, qualora gli fosse concesso, e lo potesse fare senza vistosità!

Se taluno alle volte se ne astiene per umiltà, o perché da legittima causa impedito, è degno di lode per la riverenza. Ma se vi si è insinuato il torpore, deve rianimarsi e fare quel che può, e il Signore, attesa la buona volontà, di cui tien conto speciale, asseconderà il suo desiderio.

RISOLUZIONI: Risolvi di eccitarti ad avere un gran desiderio di fare spesso e anche ogni giorno, se è possibile, la santa Comunione, scuotendo, quando occorra, il torpore e la pigrizia. 

Tratto da un’antica edizione del 1800 dell’Imitazione di Cristo

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.