Ecco cosa fare per unirsi sempre di più a Gesù

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Io [o Signore, Dio mio] che sì spesso cado in errore e pecco, si facilmente ho bisogno di rinnovarmi, purificarmi ed accendermi per mezzo di frequenti preghiere e confessioni, e della sacra Comunione del tuo Corpo, affinché col troppo astenermene non abbia a mancare al santo proposito.

Che i sensi dell’uomo sono proclivi al male sin dalla sua adolescenza, e se la divina medicina non gli venga in aiuto, l’uomo ben presto se ne va di male in peggio. La santa Comunione pertanto [è proprio il rimedio che] ritrae dal male e conforta nel bene. E se ora che mi comunico e celebro, sono così negligente e tiepido, che avverrebbe se non prendessi un tal rimedio e non mi curassi di sì grande aiuto?

E sebbene non sia ogni giorno preparato, né ben disposto a celebrare, pure cercherò di ricevere a tempo opportuno i divini misteri e partecipare a tanta grazia. Poiché questa è la sola principale consolazione dell’anima fedele, finché lontano da te va pellegrinando in questo corpo mortale, di ricordarsi molto spesso del suo Dio, e di ricevere con mente devota il suo diletto.

RISOLUZIONI: Risolvi di fare più spesso la S. Comunione, e se è possibile anche tutti i giorni, per unirti più strettamente a Gesù.

Tratto da un’antica edizione del 1800 dell’Imitazione di Cristo

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.