I cambiamenti in cui resta saldo il savio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:16

Figliuolo, non ti fidare del tuo affetto: quello che hai ora, si cambierà presto in un altro. Fino a tanto che tu vivrai, andrai soggetto a cambiamento, anche non volendo; di modo che ti troverai ora lieto, ora triste, ora quieto, ora turbato; talvolta devoto, tal’altra indevoto, quando diligente, quando accidioso, ora grave ora leggero.

Ma sopra tutti questi cambiamenti sta saldo il savio e chi è bene ammaestrato nello spirito, non badando a quello che senta in sé, o da qual parte venga il vento dell’incostanza; e guardando che l’intenzione della sua mente tenda sempre al dovuto e desiderato fine.

Solamente così potrà rimanere sempre lo stesso e immobile, tenendo, tra svariati eventi, incessantemente in me fisso l’occhio semplice dell’intenzione.

RISOLUZIONI: Risolvi di non regolarti coll’affetto, ma coll’osservanza dei propri doveri religiosi, specialmente unita alla pura e incessante intenzione di far tutto per Iddio. 

Tratto da un’antica edizione del 1800 dell’Imitazione di Cristo

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.