Affidarsi al Signore per essere liberati dalle angustie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Sia benedetto, o Signore, il tuo nome nei secoli, poiché hai voluto che questa tentazione o tribolazione venisse sopra di me. Non mi è possibile sfuggirla, e bisogna che io ricorra a te affinché tu mi dia soccorso e me la converta in bene. Signore, ora sono nella tribolazione, e il mio cuore non ha bene, e son molto travagliato dalla presente afflizione.

E ora che dovrò dire, o amato Padre? Mi trovo tra le angustie. Salvami da questo stato. E perciò son venuto a questo, perché tu ne resti glorificato, allor quando io sarò stato molto umiliato, e per te liberato.

RISOLUZIONI: Risolvi di ricorrere sempre al Signore nelle tribolazioni e di sopportarle con pazienza a gloria di Dio. 

Tratto da un’antica edizione del 1800 dell’Imitazione di Cristo

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.