Salento, sedicenne scomparsa: la Procura indaga per sequestro di persona Noemi si è allontanata dalla sua abitazione di Specchia all'alba di domenica 3 settembre ma non aveva con sé denaro né documenti e cellulare

517
salento

La Procura di Lecce ha aperto due fascicoli di inchiesta (della procura ordinaria e dei minori) sulla scomparsa di Noemi Durini, la 16enne di Specchia di cui non si hanno notizie da domenica 3 settembre. Al momento, gli inquirenti hanno comunicato che il reato ipotizzato è il sequestro di persona. Al momento non ci sono persone indagate né ipotesi investigative valutate con maggiore attenzione dai carabinieri. La Procura, inoltre, ha specificato che il sequestro ipotizzato è stato ipotizzato per poter effettuare attività tecniche più approfondite, come intercettazioni telefoniche e ambientali.

Interrogato il fidanzato

I carabinieri di Tricase hanno interrogato anche il fidanzato di Noemi che non risulta essere iscritto nel registro degli indagati. Il ragazzo è stato sentito come persona informata dei fatti e, in caserma, era presente anche un avvocato di fiducia della famiglia che però non ha assistito all’interrogatorio.

La scomparsa di Noemi

Noemi si è allontanata dalla sua abitazione di Specchia all’alba di domenica 3 settembre ma non aveva con sé denaro né documenti e cellulare, per cui gli investigatori ipotizzano che sia uscita con l’intenzione di rientrare presto a casa. L’ultimo ad averla vista sarebbe proprio il fidanzato, che ha raccontato di averla lasciata nei pressi del campo sportivo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS