Denunciò sequestro nel centro migranti, arrestata per furto

621
baby-gang Vigevano

Un anno da dimenticare quello per la donna romana che pochi giorni fa raccontò di essere stata sequestrata da alcuni migranti tra i cancelli del presidio umanitario di via del Frantoio, alla periferia di Roma. Ieri, infatti, la signora è stata arrestata per furto

Il furto al supermarket

Secondo quanto si è appreso, Pamela (questo il nome della protagonista) è stata sorpresa dai Carabinieri della Stazione Santa Maria del Soccorso all’esterno del supermarket Carrefour di Grotte di Gregna – il suo quartiere – con una busta piena di prodotti appena rubati.

La donna era già sottoposta a obbligo di dimora con permanenza diurna nella sua abitazione: doveva stare in casa dalle 9 alle 19. Ma i militari, giunti nel suo appartamento in mattinata, non l’hanno trovata in casa. I carabinieri erano lì per notificarle un’elezione di domicilio per una rapina avvenuta al Carrefour pochi giorni prima in relazione alla quale era stata riconosciuta da un testimone.

Gli arresti domiciliari

Subito sono scattate le ricerche: poco dopo, Pamela è stata avvistata e fermata all’esterno del punto vendita con una busta di prodotti. Non solo solo non aveva rispettato l’obbligo di dimora, ma i prodotti della busta non risultavano neppure pagati! La donna era già finita sotto inchiesta con l’accusa di lesioni gravi per il ferimento di un cittadino eritreo il 29 agosto scorso; ora, anche l’arresto per furto e l’obbligo dei domiciliari. Un anno decisamente da dimenticare.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS