Scuola “no vax” nel torinese, la Fedeli: “Le leggi vanno rispettate” Nel corso di un'intervista a Sky Tg24 il ministro dell'istruzione, in merito alla Scuoletta Montessori, ha dichiarato che si stanno facendo verifiche per poi intervenire

358
fedeli

I dirigenti scolastici sono pubblici ufficiali e non possono che ottemperare la legge“. E’ quanto ha dichiarato il ministro dell’istruzione, Valeria Fedeli, nel corso di un’intervista a Sky Tg24. La Fedeli ha commentato l’apertura – prevista per domani – di una scuola nel torinese che non intende rispettare gli obblighi sui vaccini. “Sono molto stupita – ha commentato il ministro – Stiamo cercando di verificare e intervenire perché le leggi vanno rispettate“.

La scuola “no vax”

Immersa nel parco di Stupingi e realizzata in un vecchio ristorante per matrimoni, aprirà domani a Orbassano, in provincia di Torino, quella che sembra essere la prima scuola “no vax” d’Italia. Come racconta l’Ansa, non ci saranno lezioni frontali, niente libri di testo e nemmeno compiti a casa. La “Scuoletta Montessori” – questo sarà il nome – è gestita da un’associazione che si è detta disposta a respingere gli obblighi sulle vaccinazioni. “Credo che il sistema delle vaccinazioni di massa sia sbagliato. Dovrebbero essere effettuati screening individuali e i vaccini non dovrebbero contenere metalli pesanti – ha dichiarato a La Stampa Mara Parisi, presidente della Scuoletta Montessori -. La nostra intenzione è di non fornire nessun certificato, poi se ci saranno problemi vedremo con i nostri legali”.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS