Pavia, grosso incendio alla Eredi Berté. Il Prefetto: “Pericolo diossina” In ditta era prevista proprio per oggi una visita ispettiva semestrale dell'Arpa

290
pavia

E’ allarme diossina a Mortara dove, intorno alle 6.30 di questa mattina, un vasto incendio si è sviluppato all’interno della ditta Eredi Bertè che si occupa di recupero e smaltimento di rifiuti speciali. Sul posto sono al lavoro sette squadre di vigili del fuoco arrivate da Vigevano, Pavia e dai distaccamenti volontari di Mortara, Mede, Garlasco e Robbio e anche da Milano.

Il prefetto di Pavia: “Pericolo diossina”

“Le notizie che sto raccogliendo – ha comunicato il prefetto di Pavia, Attilio Visconti – non sono troppo confortanti. Lì sta bruciando di tutto, compresa gomma e plastica, e c’è il rischio che si sviluppi diossina”. Nel frattempo i sindaci di Mortara e dei comuni limitrofi, hanno emesso delle ordinanze per invitare la popolazione a rimanere per quanto possibile all’interno delle abitazioni e a non consumare i prodotti dell’orto, per lo meno fino a quando non saranno resi noti i risultati dell’Arpa.

Molte ore per domare l’incendio

“Al momento – ha aggiunto il prefetto – l’incendio è sotto controllo, ma per domarlo ci vorranno molte ore. Stiamo valutando se far intervenire un elicottero per aggredire dall’alto, con il secchiello, i cumuli di rifiuti in fiamme, ma adesso non è possibile perché il fumo compromette la visibilità”. Al momento la colonna nera, spinta dal vento, si sta dirigendo verso nord-est, cioé in direzione di Novara e Vigevano. “Se continua così – ha proseguito il prefetto – non sarà necessario evacuare il personale delle ditte dei dintorni, poi vedremo”.

In ditta era previsto oggi un controllo dell’Arpa

Nel frattempo, in base a quanto riferito dall’Ansa, si apprende che nella ditta Eredi Bertè – che si occupa di ritiro e smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi, e in piccola misura, anche pericolosi – era prevista per oggi, ma programmata da tempo, la visita ispettiva semestrale dell’Arpa.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS