Isola di Pasqua, nasce il parco oceanico più grande del Sud America La nuova area marina protetta si estenderà per 720 mila chilometri quadrati, un'estensione paragonabile ai mari che circondano l'Italia (Adriatico, Ionio, Tirreno e Ligure) messi insieme

356
isola di pasqua

Nascerà intorno all’Isola di Pasqua, il più vasto parco oceanico del continente sud americano. I Rapa Nui, la popolazione locale della remota isola del Pacifico, hanno approvato in accordo con il governo cileno l’estensione dell’area marina protetta che circonda l’arcipelago.

Grande come i mari che circondano l’Italia

La nuova area marina protetta si estenderà per 720 mila chilometri quadrati, per capire meglio, un’estensione paragonabile ai mari che circondano l’Italia (Adriatico, Ionio, Tirreno e Ligure) messi insieme. L’area è considerata un vero e proprio santuario naturale per tonni, squali, pesci spada e marlin, oltre alla barriera corallina che ospita milioni di animali marini unici. A causa dell’isolamento e della scarsa connessione con le altre isole, gli ecosistemi corallini dell’Isola di Pasqua presentano specie uniche al mondo. Inoltre, è anche possibile osservare mammiferi marini come balene e delfini, che si avvicinano alle coste dell’isola durante il periodo delle migrazioni. Ma l’unicità di quest’area non sta solo nei delicati equilibri degli ecosistemi marini. Infatti, i suoi promontori rocciosi costituiscono siti di nidificazioni per diverse specie di uccelli.

La gestione del nuovo parco

Il nuovo parco marino sarà gestito congiuntamente dalle autorità dell’isola e dal governo cileno. Inoltre, d’ora in poi, sarà vietata la pesca nelle acque della zona e meno che non vengano utilizzate le tecniche tradizionali indigene.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS