“Palatino Plus”, da settembre un nuovo percorso per scoprire i segreti del Foro Romano Dalla Casa di Augusto al Tempio di Romolo, un biglieto ad hoc per visitare i monumenti aperti saltuariamente

275

Un nuovo percorso, con un biglietto ad hoc, per scoprire otto tra i monumenti più belli (e meno conosciuti) situati tra il Palatino e il Foro Romano, dalla Casa di Augusto al Tempio di Romolo, seguendo il filo conduttore della pittura classica romana. Stiamo parlando di “Palatino plus“, un nuovo progetto che avrà inizio il 28 settembre e svelerà al pubblico luoghi dell’area archeologica capitolina fino a oggi aperti in modo saltuario o percorribili solo tramite visite guidate, offrendo a esperti o semplici turisti una lettura più approfondita grazie a tecnologie virtuali di realtà aumentata.

Prosperetti: “Una rivoluzione dell’offerta culturale”

Per Francesco Prosperetti, il soprintendente, “è una modalità innovativa, una piccola rivoluzione nell’offerta culturale“, un “chiodo fisso”, che ha cominciato a prendere corpo dopo il successo della mostra a Santa Maria Antiqua. Lì venivano riscoperti gli splendidi affreschi bizantini, qui invece si partirà dall’età pompeiana, consentendo una leggibilità delle antiche vestigia dal grande impatto spettacolare, capace di attraversare le epoche dalla Repubblica al primo Impero, fino, appunto, alla pittura tardo-antica e medioevale. “Con un modesto sovrapprezzo sul biglietto standard, si potranno ammirare veri e propri tesori”, ha proseguito Prosperetti sottolineando quanto sia importante diversificare gli accessi all’area, aprendo le porte a luoghi segreti che per la loro delicatezza necessitano di un numero chiuso e non possono essere visitati dai milioni di persone che ogni anno accedono all’area archeologica centrale.

Tanti i turisti

Il circuito Colosseo, Foro Romano e Palatino, nei primi mesi dell’anno ha registrato un incremento di oltre il 6% dei visitatori (passando da 3.110.413 del primo semestre del 2016 a 3.485.243 del primo semestre 2017), tanto da far ipotizzare il traguardo record di 7 milioni di presenze entro dicembre. E confermandosi così come l’area archeologica, con ingressi a pagamento, più visitata al mondo. Il biglietto supplementare avrà la durata di due giorni, anche perché, all’infuori della domenica, i monumenti, tra Palatino e Foro, non potranno essere aperti tutti contemporaneamente, ma rispetteranno un precisa diversificazione di calendario.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS