Londra, 100mila persone in marcia contro la May: “Dimettiti” Corbyn: "Deputati ipocriti. Prima elogiano l'opera dei servizi di emergenza poi tagliano loro lo stipendio"

337

Almeno 100mila persone hanno marciato sabato pomeriggio a Londra per chiedere le dimissioni della premier Theresa May. I partecipanti si sono dati appuntamento davanti alla sede della Bbc, nel centro della città, per protestare anche contro l’austerity.

“Cacciate i tory”

Dopo aver osservato un minuto di silenzio in omaggio alle vittime del tragico incendio alla Grenfell tower, nel quale sono morte almeno 80 persone (tra le quali 2 italiani), i dimostranti si sono diretti verso Parliament square, dove erano visibili i cartelli con la scritta ‘L’austerità uccide’ e ‘Cacciate i tory’ e dove è intervento il leader del Labour, Jeremy Corbyn che ha criticato il recente accordo della May col Dup.

Il Dup

La premier, che ha perso la maggioranza alle elezioni anticipate di giugno, è infatti sopravvissuta al voto di fiducia di giovedì scorso grazie al sostegno esterno del partito ultraconservatore nordirlandese (Dup) al quale, in cambio, il governo tory ha promesso una lauta somma di denaro in aiuti per l’Irlanda del Nord.

Corbyn: “Deputati ipocriti”

Corbyn ha anche attaccato l’ipocrisia dei deputati conservatori: “Prima elogiano l’opera dei servizi di emergenza che si sono occupati di recenti attacchi terroristici e della tragedia della Torre di Grenfell, e poi tagliano loro lo stipendio il giorno dopo rifiutandosi di alzare il tetto salariale”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS