U21, Germania campione d’Europa: Spagna battuta 1 a 0 A decidere l'esito della finale la rete di Weiser al 40' del primo tempo

408
germania

La Germania è sul tetto d’Europa. Nella finale di Euro Under 21, giocata a Varsavia, i tedeschi battono per 1-0 la Spagna. A decidere l’esito del match, al 40′ del primo tempo, Mitchell Weiser, giocatore dell’Herta Berlino, che segna di testa su un cross dalla destra di Jeremy Toljan. La Germania sbaraglia la favorita squadra iberica con un pressing molto alto e continuo, col quale, soprattutto nella prima frazione di gioco, riduce al minimo la fantasia e le geometrie di Deulofeu e compagni, risultate letali nella semifinale contro gli azzurrini di Gigi Di Biagio.

Le formazioni

Tedeschi in campo col solito 4-2-3-1, con Toljan, Stark, Kempf e Gerhardt a protezione di Pollersbeck, con Haberer e Arnold lungo la linea mediana e con Weiser, Meyer e Gnabry alle spalle dell’unica punta Philipp. La Spagna ha provato a rispondere schierando dal primo minuto lo stesso undici che aveva stesa martedì sera l’Italia. Spazio dunque, nel 4-3-3 degli iberici, a Bellerin, Merè, Vallejo e Jonny, posizionati davanti a Kepa Arrizabalaga; a Saul Niguez, Llorente e Ceballos, a presidio del centrocampo; con Asensio, Sandro Ramirez e Deulofeu nel tridente offensivo.

La partita

Germania aggressiva fin dalle prime battute. Al 6′ è Weiser a impensierire per primo Arrizabalaga. Un minuto dopo Meyer di testa, su cross di Gerhardt, ha colpito in pieno il palo. Al 9′ ci ha provato da fuori area Arnold. Dopo tre occasioni in favore dei tedeschi, la Spagna ha risposto con Bellerin che, di testa, ha mancato di poco il bersaglio. Poi, al 16′ e al 21′, in due occasioni si è messo in evidenza il mobilissimo ma impreciso Gnabry. Il gol dell’1-0 è arrivato al 40′: Toljan è andato via sulla destra: sul suo traversone Weiser ha indovinato un colpo di testa perfetto, scavalcando l’incredulo Arrizabalaga.

La ripresa

Nella ripresa il match è stato più equilibrato ma la difesa della Germania ha sempre “tenuto” al meglio. Al 13′ Saul Niguez da fuori area ha costretto Pollersbeck a rifugiarsi in angolo. Tre minuti dopo il portiere degli iberici ha salvato i suoi compagni con una uscita tempestiva sui piedi di Gnabry. Sul seguente corner, Kempf di testa ha sfiorato il palo alla destra di Arrizabalaga. Al 27′ l’occasione più ghiotta per la Spagna, con una giocata super di Ceballos, che di destro (dalla distanza) ha mandato la sfera a un soffio dal palo. Per il resto, la “rojta” ha attaccato a testa bassa, con poca lucidità, e la granitica difesa della Germania ha avuto la meglio. Per la seconda volta, trionfano i tedeschi, laureati campioni d’Europa U21 nel 2009. Per la Spagna, solo lacrime.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS