Affonda battello carico di turisti in Colombia: morti e dispersi – Video

304

Tragedia in Colombia dove alle 14 ora locale un battello carico di turisti è affondato nel bacino idrico artificiale di Penon-Guatapè, nel nord-ovest del Paese. A bordo del traghetto “El Almirante” si trovavano circa 170 persone. Nelle affannose ricerche seguite all’incidente, sono state tratte in salvo almeno 133 persone, mentre una trentina risultano disperse. Le vittime accertate sono 6 mentre 24 feriti sono stati ricoverati in ospedale. E’ stato il presidente colombiano Juan Manuel Santos a fornire il bilancio di sei morti, correggendo la cifra di nove vittime fornite in precedenza dalle autorità locali.

Dramma in pochi minuti

Il dramma si è consumato in pochi minuti quando “El Almirante”, un natante utilizzato per far fare gite sull’acqua ai turisti, è affondato rapidamente davanti agli occhi di migliaia di persone che erano sulle rive. Nelle immagini registrate dalla terraferma si può vedere come “El Almirante”, che era stracolmo di turisti su tutti e quattro i livelli, comincia a inclinarsi poco dopo esser salpato. Subito arrivano a soccorrerlo altre imbarcazioni turistiche e da diporto, che riescono a trarre in salvo decine di persone prima che l’imbarcazione finisca completamente a picco.

Cause ancora incerte

Dopo il naufragio, avvenuto vicino al porto della zona, varie fonti hanno riportato bilanci discordanti di morti e dispersi. Il governatore di Antioquia, Luis Perez, e l’Unità nazionale per la gestione dei Rischi, hanno comunque confermato “sei persone morte, quattro donne e due uomini (tre sono decedute in ospedale, tre recuperate senza vita sul sito dell’incidente). Il numero reale dei dispersi non è ancora chiaro perché molti di questi battelli non hanno un registro dettagliato dei passeggeri a bordo. Le autorità non hanno ancora chiarito le cause del disastro. Le persone soccorse hanno riferito che tutti i passeggeri erano riusciti a indossare i giubbotti salvagente.

Verifiche sugli italiani

Il ministero degli Esteri italiano sta verificando l’eventuale coinvolgimento di connazionali nel naufragio. “L’ambasciata d’Italia a Bogotà, in stretto contatto con le autorità locali e con la Farnesina, fin dal primo momento segue il caso con la massima attenzione per verificare l’eventuale coinvolgimento di connazionali” ha detto la Farnesina all’Adnkronos.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS