Milan, l’ex presidente Berlusconi: “Vorrei vedere Ibra di nuovo in rossonero” Il cavaliere: "Sono mesi difficili, il distacco è doloroso ma necessario"

267
milan

Il distacco dal Milan resta un “grande dolore”, ma da tifoso un sogno lo conserva: rivedere “Ibrahimovic in maglia rossonera”. Silvio Berlusconi torna a parlare del club che ha guidato per tanti anni e non nasconde l’amarezza di questi mesi dopo il passaggio di mano alla proprietà cinese. “Li ho vissuti male, con grande dolore – spiega – per un distacco che però si è reso necessario. Per tenere il Milan al livello che gli compete, cioè nei primi posti in Europa e nei primissimi posti in Italia, occorreva lasciare ad altri. Gioco forza mi sono dovuto tirare fuori, soffrendo”. Sui nuovi proprietari non si sbilancia: “Non posso dare giudizi, posso solo sperare che utilizzino bene questi investimenti e che schierino in campo una squadra nella maniera più corretta”. Da tifoso però punta ancora su Ibrahimovic: “E’ un vecchietto… Però ovunque è andato ha sempre fatto vincere le squadre in cui ha militato. Quindi perché no, mi piacerebbe rivedere Ibrahimovic con la maglia numero 9 del Milan”.

L’ultimatum della Lazio per Biglia

Per quanto riguarda il calciomercato, a rischio il trasferimento di Lucas Biglia dalla Lazio al Milan. Non ci sono stati passi in avanti nella trattativa in questi giorni. Stando alle indiscrezioni, il club di Lotito continua a pretendere 20 milioni di euro per il centrocampista. Fassone e Mirabelli non intendono andare oltre i 13-14 milioni. C’è molta distanza tra le parti e non sembra esserci possibilità di trovare un punto di incontro. L’operazione, salvo sorprese, sembra destinata a saltare. La Lazio continua a mantenere alta la valutazione del proprio capitano e non c’è margine di trattativa. La società biancoceleste rischia, senza eventuale rinnovo di contratto, di perderlo a parametro zero tra un anno. Se non troverà un accordo con l’argentino, sarà costretta a rivedere il prezzo al ribasso tra qualche settimana. Per il Milan le alternative a Biglia sono Krychowiak e Badelj.

Il nodo Donnarumma

“Per quanto riguarda Donnarumma, non ci sono importanti novità: siamo sempre qui in attesa, che non sarà troppo lunga, di una serie di cose. Stiamo lavorando per arrivare, al tre luglio, con qualche certezza in più”. E’ quanto afferma l’ad del Milan, Marco Fassone, a margine della finale scudetto vinta sulla Roma dagli Under 16 rossoneri a Cesena. Il dirigente ha fatto il punto sulla trattativa con il portiere, che nei giorni scorsi aveva rifiutato il rinnovo di contratto, rinviando a possibili novità per il giorno in cui la squadra si ritroverà a Milanello per l’inizio della preparazione estiva.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS