I vescovi latino-americani convocano i leader politici per la pace nel continente Un incontro senza precedenti con i Vescovi, ispirato al pensiero di Papa Francesco, dall'1 al 3 dicembre a Bogotà

179

Un gruppo di politici e di leader di vari partiti dell’America Latina, di diverso orientamento, sono stati convocati per un incontro senza precedenti con i Vescovi, ispirato al pensiero di Papa Francesco. L’incontro, organizzato dal Consiglio Episcopale Latinoamericano (Celam) e dalla Pontificia Commissione per l’America Latina (Cal), è previsto dal primo al 3 dicembre 2017 a Bogotà, in Colombia.

In dialogo con le istituzioni

“Vogliamo incoraggiare un dialogo, non ci saranno conferenze né lezioni, ma spazi di riflessione che ci permettano di aprire delle strade per fare in modo che i nostri popoli vivano più in pace, per cercare il bene comune, lo sviluppo, l’uguaglianza e che i governi diventino più giusti” ha spiegato Sua Ecc. Mons. Juan Espinoza, Segretario generale del Celam, Vescovo ausiliare di Morelia, Messico, come si legge nella nota pervenuta all’agenzia Fides.

Il Papa al Celam contro la corruzione “cancro della società”

Lo scorso 11 maggio, Papa Francesco inviò un messaggio in occasione della Plenaria del Celam – il Consiglio Episcopale dell’America Latina e dei Caraibi – riunita a San Salvador sul tema “Una Chiesa povera per i poveri”.  Il Santo Padre richiamò i vescovi latino-americani su uno dei problemi principali del continente, la corruzione. Essa rappresenta “uno dei peccati più gravi che affligge il nostro continente: questa corruzione che spiana le vite sommergendole nell’estrema povertà. Corruzione che distrugge popolazioni intere sottomettendole alla precarietà. Corruzione che, come un cancro, va divorando la vita quotidiana”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS