Donna accoltellata da tre ragazze a Londra: “Allah verrà a prenderti” Secondo Scotland Yard, non sarebbe riconducibile ad un atto di terrorismo

620

Attacco “all’arma bianca” a Londra, in Gran Bretagna. Una donna, dipendente di un asilo nella zona di Hermon Hill, alla periferia est della capitale, è stata accoltellata da tre ragazze che – stando alla sua testimonianza – inneggiavano ad “Allah”. Lo riferiscono alcuni media di quartiere ripresi dal Daily Mail online e rilanciati dalla Bbc.

L’attacco

La vittima, sui 30 anni, è stata attaccata alle spalle mentre si stava recando sul posto di lavoro. Mentre la pugnalavano, riporta un testimone, le tre giovani avrebbero gridato “Allah ti avrà”.

Il Daily Mail riporta le parole di Karrien Stevens, direttrice del nido “Little Diamonds” dove lavora la vittima. La direttrice ha confermato l’accoltellamento della sua dipendente: l’aggressione sarebbe avvenuta lungo Wanstead High Street.

Quando la donna è arrivata al lavoro sanguinante, ha riferito Stevens, “non riuscivamo a crederci e abbiamo immediatamente chiamato la polizia”. Circostanza poi confermata dalle forze dell’ordine, che hanno constatato la presenza, sul corpo dell’aggredita, di una ferita da taglio. La donna è stata prima accompagnata per un giro nella zona per acquisire elementi utili all’indagine, che però non hanno portato a nessun fermo, per poi essere stata accompagnata in ambulanza in un ospedale di Londra est. Non sarebbe in pericolo di vita.

Scuole in “lockdown”

Stamattina i genitori dei bambini che frequentano le scuole della zona hanno ricevuto un’email che li informava che le scuole erano state messe in stato di ‘lockdown’. Secondo Scotland Yard, però, l’attacco non sarebbe riconducibile ad un atto di terrorismo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS