Le chiede di ballare ma il compagno non ci sta: la balera diventa un ring

1098
balera

Una serata di svago in balera trasformatasi presto in un episodio degno di un saloon. Protagonisti della vicenda, due anziani ballerini che, a causa di una pretesa giudicata troppo ardita da parte di uno nei confronti della signora dell’altro, hanno dato vita a una discussione sfociata in un corpo a corpo. Anzi, per la precisione, è stato l’aspirante danzatore (un uomo di 81 anni) che, dopo aver chiesto alla donna se fosse possibile accompagnarla in un passo di danza, ha ricevuto un pugno in faccia dal suo compagno, per nulla favorevole all’idea di concedere la pista al pretendente. Dapprima una semplice discussione, con qualche parola di troppo. Poi il diverbio vero e proprio, concluso con un colpo al volto ai danni dell’ottantunenne.

Dalla balera al medico

Un episodio certamente spiacevole, avvenuto in una nota Balera di Milano dove, soprattutto nella bella stagione, si radunano molte persone per trascorrere una serata di divertimento a ritmo di musica. L’uomo, dopo aver ricevuto il colpo in viso e aver riportato una lieve contusione, ha atteso sul posto l’arrivo delle Forze dell’ordine, nonostante il locale fosse già chiuso (attorno all’una di notte) per sporgere denuncia nei confronti dell’aggressore il quale, nel frattempo, aveva lasciato la sala da ballo assieme alla sua compagna. L’anziano è stato accompagnato dagli agenti presso la clinica “Città Studi”, dove è stato medicato. L’identità dell’aggressore, anch’esso ottantenne secondo quanto riportato, al momento resta sconosciuta ma, allo stesso tempo, rimane il brutto gesto compiuto, non proprio consono all’occasione.

Danza e gelosia

Quella che, molto probabilmente, non è stata altro che un’incomprensione dovuta alla gelosia (gli inquirenti hanno ricostruito in questo senso l’accaduto), ha finito per rovinare una serata di piacevole intrattenimento danzante che, per una persona, si è addirittura conclusa in un presidio medico. Probabilmente, al di là del pugno incassato, all’anziano resterà un po’ di amarezza per quello che, magari, voleva solo essere un gesto di cortesia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS