Le hit delle nostre estati dagli anni ’90 ad oggi: ecco la top 10

718
hit parade

Arriva l’estate e la storia continua. Con la puntualità che conosciamo bene, tanto che si potrebbe definire svizzera. Ci investono ricordi e sensazioni legati a questo periodo dell’anno, cassetti reconditi della memoria prendono inconsciamente vita e ci fanno dono di momenti inattesi, di emozioni perdute. La musica è sicuramente lo strumento privilegiato per questo genere di cose. Per questo ho deciso di proporvi la mia personale top 10 dei tormentoni estivi.

1. Love generation – Bob Sinclar feat. Gary Pine (2006): la piacevole atmosfera house del brano ci apre spazi lunari dove regna solo la pace e la gioia sembra essere l’unica legge in vigore.

2. Obsesion – Aventura (2003): questa struggente canzone ci porta nei delicati mondi della “bachata”, lasciando in bocca il sottile sapore del possibile.

3. Ja sei namorar – Tribalistas (2003): la patria della “bosa nova” ci regala un prezioso gioiello di buona musica che non può tramontare.

4. Asereje – Las Ketchup (2002): la divertente hit del trio di Cordoba che non si stanca di accompagnare le nostre estati.

5. When love takes over – David Guetta feat. Kelly Rowland (2009): questo indiscutibile brano dance non disonora la Poesia.

6. Sweat dreams – La Bouche (1994): direttamente dal passato il magico universo dei sentimenti suscitati da questa musica lascia la sua impronta ormai nei cuori di tutte le generazioni.

7.Viva la vida – Coldplay (2008): lo splendido esempio di sensibilità è offerto dal pezzo che è un moderno ‘Inno alla vita’.

8. What is love – Haddaway (1993): abbiamo qui la poderosa conferma della potenza del cuore umano e dell’intensità delle sue emozioni.

9. Mama lover – Serebro (2012): l’esuberanza dello spirito russo continua far sognare tutti.

10. Mr Saxobeat – Alexandra Stan (2011): è la violenta conferma dell’inarrestabile natura femminile.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS