15 consigli da seguire per visitare a Roma secondo il social americano Quora Da oltreoceano emerge un quadro della Capitale fatto di luoghi comuni e raccomandazioni

275
roma

Roma, la Capitale d’Italia, viene visitata ogni giorno da migliaia di turisti. In un anno se ne contano circa 7 milioni. Alle volte risulta difficile per uno straniero ambientarsi e adattarsi alla cultura romana. Così il social americano Quora, che permette agli utenti di fare domande e ricevere risposte da esperti, ha risposto alla domanda di un visitatore (“Cosa non si deve assolutamente fare quando si visita Roma?”) con 15 consigli postati velocemente da chi Roma l’ha vissuta. A rispondere sono i dipendenti di catene di alberghi, o gli autori un blog di viaggi, e così via. Tuttavia, leggendoli, emerge un quadro ironico, fatto di luoghi comuni, raccomandazioni e battute.

15 cose da non fare a Roma

  1. Mai fare il bagno nelle fontane. Lo fanno nei film, ma il cinema non è la realtà;
  2. Non far capire che si hanno soldi con sé, in particolare se si utilizzano i mezzi pubblici, a Roma molto affollati;
  3. Non fidarsi mai degli “acchiappini”, ovvero quelle persone che vi convincono fuori dai locali, a gustare un menu turistico. Controllare Tripadvisor o The Fork, privilegiando luoghi lontani dal turismo di massa;
  4. Tenere bene a mente che il prezzo di un caffè al bancone è diverso da quello preso seduti ad un tavolo;
  5. Non ordinare mai cappuccino e pasta insieme. Per gli italiani è un insulto alla cucina del Bel Paese;
  6. Per vedere musei e monumenti non è necessario fare la fila: meglio prenotare online per risparmiare ore di attesa sotto il sole;
  7. Muoversi con i mezzi pubblici presuppone che si impari la parola “sciopero“. La puntualità di bus e metro è un’optional;
  8. Leggere libri e consultare le guide: non sempre nei musei ci sono le giuste spiegazioni;
  9. Mai usare la parola mafia;
  10. Non scattare foto nella Cappella Sistina, è vietato. Pena la confisca della macchina fotografica;
  11. Evitare di comprare l’acqua in bottiglia: Roma è piena di “nasoni”, ovvero fontanelle dalle quali sgorga acqua fredda e buona;
  12. Fare attenzione ai commercianti, specialmente gli ambulanti: tentano di vendere prodotti che sembrano di marca ma sono quasi sempre falsi;
  13. Non lasciarsi ingannare dalle lusinghe: i ragazzi romani dicono “bella” o “bellissima” a tutte le turiste;
  14. Non offendere le squadre di calcio, Totti in particolare: per molti è una vera e propria religione;
  15. Gli italiani amano: la mamma, la macchina, la squadra di calcio e poi la loro moglie/fidanzata. Attenzione a quello che si dice. Sappiate però che a loro piace molto sentire i turisti mentre provano a parlare in italiano.

La piattaforma Quora

Come riporta l’Agi, Quora è una piattaforma social dove gli utenti possono pubblicare domande e risposte su qualsiasi argomento. Fondata nel 2009 da due ex dipendenti di Facebook, a differenza di altri suoi concorrenti come Yahoo Answer, ha puntato moltissimo sulla qualità. Anche grazie a un sistema di votazione e di commento, le principali risposte su Quora vengono fornite da esperti del settore e possono vantare un’ottima percentuale di affidabilità.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS