Ucciso dai sicari sotto gli occhi di moglie e figlio Freddato con un colpo alla nuca mentre era in auto ad Afragola

197
carabinieri Casal Palocco

Un uomo di 52 anni, Remigio Sciarra, è stato ucciso poco prima delle 14 di oggi ad Afragola, nel Napoletano, mentre era a bordo della sua auto in compagnia della moglie 50enne, rimasta ferita ad una mano, del figlio di 11 anni e di un suo amichetto, rimasti per fortuna illesi. I sicari, ancora ignoti, sono entrati in azione lungo la strada statale Sannitica, all’altezza di una sala bingo a largo Arcopinto. Le indagini sono dei Carabinieri di Casoria e del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, coordinati dal pm Woodcock che si è recato sul posto dell’agguato.

Remigio Sciarra è stato freddato da un unico colpo sparato alla nuca da un sicario in moto che si è affiancato alla sua auto mentre era incolonnata nel traffico della statale. Il proiettile, in uscita, ha ferito alla mano la moglie dell’uomo. Illesi i due bambini di 11 anni seduti sul sedile posteriore, il figlio di Sciarra e un suo amico. L’uomo aveva precedenti per usura ed estorsione risalenti al 2014, e nel 2007 era stato destinatario di una misura della sorveglianza speciale. Secondo gli investigatori era legato al clan Cennamo.

E’ il secondo omicidio in pochi giorni ad Afragola: una settimana fa era caduto vittima dei killer un imprenditore edile di 72 anni, Salvatore Caputo, crivellato di colpi mentre si trovava a bordo della sua Volkswagen Golf.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS