G7, i media Usa: “Trump vuole uscire dagli accordi di Parigi sul clima” Il neo presidente ha rotto il silenzio sul caso Kushner bollando il tutto come "fake news"

360

Il presidente americano, Donald Trump ha rivelato ad alcuni suoi confidenti, incluso il numero uno dell’Agenzia per la Protezione Ambientale – nonché noto negazionista del cambiamento climatico – Scott Pruitt, la sua intenzione di “defilare” Stati Uniti dall’accordo sul clima di Parigi. Lo rivela l’agenzia statunitense Axios citando alcune fonti interne allo staff presidenziale.

Gli accordi di Parigi

La Conferenza di Parigi sui cambiamenti climatici (o Cop 21) si è tenuta nella capitale francese dal 30 novembre al 12 dicembre del 2015. La conferenza ha negoziato l’accordo di Parigi, un accordo globale sulla riduzione dei cambiamenti climatici per fissare l’obiettivo di limitare l’incremento del riscaldamento globale a meno di 2 gradi Celsius (°C) rispetto ai livelli pre-industriali.

L’accordo prevede un’emissione antropica di gas serra pari a zero da raggiungere durante la seconda metà del XXI secolo. In tal senso, le parti si impegneranno anche di “proseguire gli sforzi per” limitare l’aumento della temperatura di 1,5 °C.

La Casa Bianca spaccata

Ufficialmente, il presidente Usa aveva fatto sapere in chiusura del G7 che avrebbe deciso se restare o meno nell’accordo la prossima settimana. Sul tema clima, la Casa Bianca sembra essere spaccata: Steve Bannon preme per un’uscita, ma Ivanka (figlia secondogenita di Trump e moglie di Kushner) punta invece a restare nell’intesa.

Russiagate: “solo fake news”

Si gonfia intanto lo scandalo Russiagate. Stamane all’alba il neo presidente ha rotto il silenzio sul caso Kushner, bollando come “fake news” le indiscrezioni secondo cui suo genero Jared avrebbe aperto un canale segreto con Mosca per l’ex generale Michael Flynn, poi nominato consigliere per la Sicurezza nazionale.

“Secondo me le molte fughe di notizie sulla Casa Bianca sono bugie fabbricate dai fake media. Ogni volta che si leggono le parole ‘fonti dicono’ sui fake media senza menzionare il nome, – scrive Trump tramite 3 tweet – è possibile che queste fonti non esistano e siano state create”. “Le fake news sono il nemico” conclude.
.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS