Libia, il fratello di Salam preparò un attentato contro il convoglio Onu di Kobler Hashem, di 20 anni, avrebbe "svolto un ruolo significativo" nella preparazione dell’attentato, poi sventato

303
libia

Hashem Abedi, il fratello minore di Salam – l’attentatore di Manchester – era membro di una cellula jihadista che stava preparando un attentato contro un convoglio speciale delle Nazioni Unite in Libia. Lo scrive oggi il Daily Telegraph.

Kobler nel mirino

Secondo il quotidiano britannico riportato dalla Stampa, l’obiettivo principale dell’attentato dinamitardo era Martin Kobler, diplomatico tedesco classe ’53 attuale responsabile della missione delle Nazioni Unite in Libia.

Secondo la ricostruzione del Telegraph – che cita fonti diplomatiche – l’attentato era stato pianificato a inizio anno durante la visita che Kobler fece a Tripoli lo scorso 8 gennaio, ma fu sventato all’ultimo momento. Il quotidiano non svela chi fu a sventare l’attacco. Durante il viaggio, Kobler ebbe un colloquio con il premier del governo di solidarietà nazionale libica, Fayes al Sarraj e insieme tennero una conferenza stampa per rilanciare l’Accordo politico firmato nel dicembre 2015.

Secondo i servizi di sicurezza libici, prosegue il Telegraph, il fratello minore di Salman Abedi, Hashem, di 20 anni, “avrebbe svolto un ruolo significativo” nella preparazione dell’attentato.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS