Venezia, al via la mostra “Gianmaria Buccellati. Capolavori d’arte orafa” Nelle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana dal 23 maggio al 12 novembre 2017

435

Promossa dalla Fondazione Gianmaria Buccellati e dalla Gianmaria e Rosa Maria Buccellati International Foundation in collaborazione con la Biblioteca Nazionale Marciana, dal 23 maggio al 12 novembre 2017, nelle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, avrà luogo la mostra “Gianmaria Buccellati. Capolavori d’arte orafa”.

Il Buccellati

La grazia e l’eleganza dei capolavori d’arte orafa di Gianmaria Buccellati, una tra le più importanti personalità creative dell’haute joaillerie mondiale del XX secolo, incontrano una nuova veste espositiva nella straordinaria cornice del Salone Sansoviniano della Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, dove si possono ammirare opere di Jacopo Tintoretto e degli artisti più in voga del ‘500, scelti dai Procuratori di San Marco, d’accordo con Tiziano e Sansovino. A Gianmaria son stati conferiti molti riconoscimenti a livello mondiale per il suo lavoro di orafo e imprenditore.

La mostra è articolata in più sezioni che documentano in profondità le tecniche esecutive tipiche dello stile Buccellati. Il desiderio di mantenere viva nella memoria tattile degli artigiani contemporanei la padronanza degli antichi saperi dell’arte orafa fu una delle sfide più importanti che Gianmaria Buccellati ereditò dal padre Mario e che perfezionò al punto di riuscire a realizzare lui stesso grandi innovazioni creando gioielli dalla straordinaria unicità.

La spilla Drago per la prima volta in Italia

Unicità ben presente nel manifesto della mostra, dove campeggia l’iridescente opale messicano della spilla Drago (1976), gioiello di nuova acquisizione, per la prima volta esposto in Italia, e potente immagine evocativa della mostra.

Inoltre, in occasione della mostra, la Biblioteca Nazionale Marciana ha deciso di esporre, in via del tutto eccezionale, il piatto anteriore staccato della legatura del Breviario Grimani, sontuosa opera di oreficeria veneziana cinquecentesca.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS