Difende l’amica dall’agressione dell’ex, muore dopo tre giorni per le ferite La vittima è una 44enne nigeriana. L’aggressore, anch'esso nigeriano, è agli arresti da giovedì

272
amica

E’ durata tre giorni l’agonia di una donna che era intervenuta per difendere un’amica dall’aggressione dell’ex compagno. La signora è deceduta questa mattina in ospedale a seguito delle ferite riportate.

Una lite per gelosia

La lite è avvenuta a Castel Volturno, nel casertano, giovedì scorso. Qui, un nigeriano di 39 anni, Chukwudi Mgbemena, in preda alla gelosia, si è accanito, armato di coltello, contro la sua ex compagna. L’uomo si è avventato anche sulle altre persone che erano con lei, tra cui la vittima, deceduta proprio a causa delle ferite inferte con la lama. Il nigeriano, arrestato giovedì sera con l’accusa di tentato omicidio, nelle prossime ore probabilmente sarà accusato di omicidio volontario.

Il ricovero

Immediato l’intervento dei militari sul posto, che già giovedì avevano accertato che il 39enne aveva accoltellato prima un uomo e poi la donna che erano in compagnia della sua ex compagna. Solo dopo aver ferito gravemente i due, l’uomo si è accanito contro l’ex, vero obiettivo della violenta aggressione. La 44enne Binta Sani, ricoverata a Castel Volturno, è morta questa mattina, mentre l’uomo è in prognosi riservata. Tutte le persone coinvolte sono nigeriane.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS