Migranti, record di sbarchi nel weekend: oltre 3.000 migranti salvati dal mare Arrivi agevolati dal mare poco mosso nel Canale di Sicilia. Caso Ong, Alfano: "Zuccaro non generalizza, ma chiede approfondimenti"

259
migranti

Record di sbarchi di migranti nel fine settimana, grazie anche al mare poco mosso nel Canale di Sicilia. Mentre sono già annunciate per domani in Italia 3.159 persone recuperate, che sbarcheranno in Sicilia e Calabria, sono al momento circa 3.000 i migranti tratti in salvo soltanto nella giornata di sabato nel Mediterraneo centrale in più di 20 operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale operativa della Guardia costiera di Roma.

Si dovrà attendere l’arrivo a terra di tutte le persone salvate per avere un quadro complessivo degli sbarchi del weekend: ma anche per oggi le condizioni del mare non saranno proibitive ed è quindi possibile che il numero dei profughi salvati possa aumentare.

I migranti di sabato sono stati tratti in salvo da mezzi della Guardia costiera, della Marina militare italiana, di Eunavformded, Frontex, ong e da navi mercantili. Anche venerdì le operazioni di soccorso sono state una ventina, con circa 3.000 migranti che, a bordo di gommoni e piccole imbarcazioni, erano diretti dalla Libia verso l’Italia. Dal 1 gennaio 2017 fino al 5 maggio 2017 (fonte ministero dell’Interno) sono sbarcati in Italia 37.253 migranti, con un +29,76% rispetto allo stesso periodo del 2016, quando arrivarono 28.710 persone. In totale nel 2016 sono sbarcati 181.436 migranti.

Il tutto mentre continua a montare la polemica sulla gng dopo le allusioni a possibili connessioni con i trafficanti di esseri umani da parte del pm Carmelo Zuccaro. “Nessuno – ha spiegato il ministro Angelino Alfano nel corso di un intervista al Messaggero – può disconoscerne il ruolo fondamentale nel mondo e in Italia. Altra cosa è ciò che ha detto il procuratore di Catania, che certo non ha generalizzato ma affermato l’esigenza di approfondimenti”. Tutti, ha aggiunto il titolare del Viminale, “devono agire secondo le regole, dalle istituzioni pubbliche a quelle private, e tutti devono rispettarle sul diritto internazionale, la legge del mare, la trasparenza riguardo a finanziamenti e finanziatori, e ovviamente sulla non connessione coi mercanti di esseri umani

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS